Home News Giotto, l’amico dei pinguini: la storia vera di un’amicizia

Giotto, l’amico dei pinguini: la storia vera di un’amicizia

CONDIVIDI

maremmano

E’ uscito il trailer del lungometraggio “Giotto, l’amico dei pinguini”, nelle sale il prossimo 29 ottobre. Il film di Stuart McDonald, con Shane Jacobson, Sarah Snook, Alan Tudyk e la piccola Coco Jack Gillies, distribuito da Microcinema è tratto da una storia vera, ambientata a Warrnambool, nello Stato del Victoria in Australia,

Il protagonista è Giotto, un cane da pastore maremmano, un po’ pasticcione, che ne combina di tutti colori in città, ma che un giorno diventa un piccole eroe, salvando un gruppo di pinguini dall’attacco delle volpi.  Un delizioso film che narra il legame che si è creato tra un maremmano e la piccola comunità di pinguini la cui sopravvivenza era realmente minacciata dalle volpi.

“Il cuore e l’anima di questo film è la storia vera che c’è dietro. Quando ho cenato con il vero Swampy, padrone del simpatico cane combina guai, gli ho chiesto perché lo avesse fatto, considerando che ha impiegato molto tempo, denaro ed energie a occuparsi dei pinguini. Lui mi ha risposto che erano dei simpatici piccoletti e che avevano bisogno di una mano. Da quel momento, ho usato questa frase come una sorta di bussola morale … E’ decisamente una storia che mette ottimismo”, ha commentato il regista.

La vera storia è quella di Dave Williams un addestratore di cani che lavorava presso la fattoria Swampy e grazie al quale è nato il Middle Island Project. Esperto di maremmani, detto anche il “guru dei maremmani”, Williams ha addestrato alcuni esemplari per la guardia alle galline nella fattoria. Un giorno, leggendo i giornali, lesse di una strage di pinguini causata dalle volpi e rimase sconvolto. A quel punto, Williams ha avuto l’idea di impiegare i maremmani nella tutela di questi piccoli esemplari e ne parlò con il proprietario della fattoria dalla quale l’isola era distante circa 1km. E così, grazie ad alcune persone, Williams ha introdotto una coppia di maremmani, Eudy e Tula, sull’isola per tutelare i pinguini. Come si può leggere sul sito del Middle Island Project, il progetto è stato avviato nel 2006 e nel giro di dieci anni, la popolazione di 10 pinguini è passata a 180 nel 2013.

Adesso, Williams sta lavorando per un progetto ambizioso con lo zoo Werribbee Sarari di Vittoria per impiegare i maremmani nella tutela dei marsupiali “bandicoot” a rischio estinzione provocata dalle volpi e dai gatti selvatici.

Consulta il Middle Island Project