Home News “Che mostro!” e la blocca su Whatsapp: il gesto di vigliaccheria contro...

“Che mostro!” e la blocca su Whatsapp: il gesto di vigliaccheria contro la piccola – FOTO

Una gatta in cerca di adozione viene definita un mostro a causa di un problema sul suo musetto. Si cerca ancora una famiglia per lei.

mostro gatta adozione
Il terribile messaggio Whatsapp arrivato ad una volontaria in cerca di una casa per la gatta (Foto generica Pixabay – amoreaquattrozampe.it)

Le parole hanno sempre un gran peso e possono far del male. Una volontaria era alla ricerca di una famiglia per una gatta trovata qualche giorno prima in condizioni davvero pietose e quando ha inviato le foto dell’animale ad una donna in cerca di un adozione ha ricevuto un messaggio su Whatsapp davvero terribile. La signora ha definito un mostro la povera gatta, tutto questo a causa di un problema dell’animale. Ancor prima che la volontaria potesse rispondere è stata bloccata. Un gesto vile e terrificante. Ora la gattina è ancora in cerca di chi possa amarla così com’è.

La povera gattina in cerca di adozione viene chiamata “mostro” a causa di una malattia

mostro gatta adozione
Una foto della dolce gattina Leila in cerca di una casa (Foto Instagram – Silvana Facchiano – amoreaquattrozampe.it)

Chi ama davvero gli animali non si lascia fermare da niente, ancor meno da un difetto estetico. Purtroppo però le persone sono abituate a volere solo cuccioli perfetti e belli come quelli che si vedono nelle riviste o nei servizi fotografici sui social e nel caso in cui questi non corrispondano a questi canoni vengono scartati a priori. Una volontaria era alla ricerca di una famiglia che potesse prendersi cura e amare una gatta trovata pochi giorni prima per strada e che, nonostante la tenera età, aveva già vissuto un’esperienza terribile. Durante questa ricerca, però, la ragazza si è purtroppo imbattuta nella cattiveria di una donna.

Ti potrebbe interessare anche >>> Gatto con il musetto deturpato dalla grave malattia: il salvataggio – VIDEO

La storia della micia Leila è una storia come purtroppo ne esistono tante altre. La gattina è stata trovata in una colonia da alcune volontarie che si trovavano lì per ben altri motivi. Quando l’hanno vista, però, non hanno potuto fare a meno di notare quali fossero le sue condizioni. La piccola gatta infatti non stava affatto bene, era molto magra e disidratata. Di sicuro qualcuno aveva deciso di abbandonarla e la piccola, non abituata alla vita di strada, non era riuscita a trovare del cibo e dell’acqua per potersi nutrire e dissetare.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 

Oltre a questo, le volontarie hanno purtroppo notato che uno degli occhietti della gatta aveva un problema. Uno degli occhi era infatti ricoperto di pus, segno che era in corso un’infezione. Leila è stata così prelevata e portata in un posto sicuro dove potesse ricevere le cure necessarie per farla riprendere. Per il suo occhio però era ormai troppo tardi e quella terribile infezione l’avrebbe segnata per sempre.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Silvana Facchiano (@facchianosilvana)

Ti potrebbe interessare anche >>> Quando l’hanno trovato sembrava un alieno: occhi rossi e naso verde, di cosa soffre – FOTO

Nonostante il problema ad uno dei due occhi, Leila si mostrava molto affettuosa e serviva assolutamente una famiglia che potesse accoglierla di nuovo in casa e darle tutto ciò di cui aveva bisogno. Per questo le volontarie si sono subito messe in moto per riuscire a trovarle qualcuno che potesse amarla. Proprio durante questa ricerca, però, Silvana – il nome di una delle volontarie – si è purtroppo imbattuta nella cattiveria e la vigliaccheria.
Una mamma era alla ricerca di una gatta da adottare pr sua figlia ma quando ha ricevuto le foto di Leila ha inviato un messaggio su Whatsapp in cui appellava come  “mostro” la povera Leila, tutto a causa di quel problema all’occhio.
La volontaria Silvana quando ha ricevuto quel messaggio non poteva crederci e ancor prima che potesse rispondere è persino stata bloccata.
Ora Leila è ancora alla ricerca di una casa e di persone che possano amarla per quella che è: una dolce gattina in cerca di affetto che le facciano dimenticare il suo terribile passato. (G. M.)