Home News Nuova specie di formiche: la scoperta dall’Italia (FOTO)

Nuova specie di formiche: la scoperta dall’Italia (FOTO)

Etologi del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale Università di Parma scoprono nuova specie formiche

Nuova specie formiche scoperta (Screen Facebook)
Nuova specie formiche scoperta (Screen Facebook)

Magnifico e affascinante il mondo degli animali. Le formiche fanno parte di una grande famiglia di insetti imenotteri, hanno dimensioni variabili, come ad esempio le formiche operaie misurano da 1 a 3 mm circa, mentre le femmine regine possono arrivare fino a 6 mm.

Vivono in delle società organizzate con ruoli specifici. Ci sono le formiche operaie, che sono sterili, i maschi e all’apice della loro piramide sociale ci sono le regine, che sono anche le femmine fertili. Nelle colonie, le regine depongono le uova, dalle quali nascono formiche alate di entrambi i sessi, che si sposteranno per la formazione di nuovi formicai. I maschi dopo l’accoppiamento moriranno, mentre le femmine, dopo aver perso le ali, deporranno le uova così da permettere al formazione di una nuova colonia.

Anche la durata della loro vita varia in base al ruolo che ricoprono e al sesso, come abbiamo già detto i maschi muoiono dopo l’accoppiamento, le formiche operaie vivono circa dieci anni, mentre le regine, che non lavorano, possono anche vivere fino ai 20 anni.

La comunicazione tra di loro avviene attraverso il rilascio di segnali chimici, i feromoni, e grazie alle antenne, sottili e mobili, riescono a percepirli, seguendo così le tracce di chi li ha rilasciati prima di loro. Il loro metodo di difesa o di attacco sono morsi, e in alcuni casi anche l’iniezione di sostanze chimiche come l’acido formico. Fatto stupefacente che le riguarda, è una loro caratteristica, grazie alla quale riescono a sollevare 50 volte il loro peso corporeo.

E proprio appartenente a questa famiglia, che è stata scoperta una nuova specie, grazie agli studi di un gruppo di Etologi
del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della
Sostenibilità Ambientale dell’Università di Parma.

Potrebbe interessarti anche: Mirmecofobia: cos è la paura delle formiche, cause, sintomi, trattamenti

La nuova specie di formiche

Formiche (Pixabay)
Formiche (Pixabay)

Il gruppo di ricerca di Etologi del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Università di Parma, sotto la supervisione del prof. D.A.G. e della prof.ssa A.M. ha pubblicato sulla rivista Nature Scientific Reports, uno studio dove viene descritta la nuova scoperta fatta sul sistema di fuga che viene utilizzato da una specie molto rara di formica.

Una tipologia molto piccola di formiche, solo 3 mm li lunghezza, che vive nei boschi, alla quale è stato dato il nome di Myrmecina graminicola. Gli animali, per istinto, quando si trovano davanti ad un pericolo, provano qualsiasi cosa pur di salvare la propria vita, potendo contare sulle proprie forze o sul gruppo se vivono organizzate in delle società.

Gli insetti sono tra gli animali più incredibili in questo, adottando una moltitudine di armi chimiche e meccaniche aiutate da una buona dose di strategia comportamentale che gli permette di restare in vita. Nonostante tutte queste caratteristiche, a volte la miglior difesa non è l’attacco, come spesso di dice, ma la fuga.

E qui entra in gioco lo studio effettuato, “Rolling away: a novel context-dependent escape behaviour discovered in ants”, nel quale si spiega di come la tipologia di formiche studiata, generalmente se in pericolo, si immobilizzano o fanno buon uso della loro particolare colorazione. Però, se avvertono delle vibrazioni e si trovano su una superficie che presenta un’inclinazione, la loro reazione non è stata quella che si sarebbero aspettati gli scienziati.

Le formiche in questione si chiudono su se stesse, formando una piccola specie di pallina iniziando a rotolare sfruttando la pendenza della superficie. Un comportamento mai riscontrato prima nelle formiche e appartenente a poche altre specie di animali.

Da qui la conclusione che fosse stata scoperta una nuova specie mai studiata prima, a cui è stato dato il nome di Colobopis imitans. Lo studio ha rivelato come la nuova specie scoperta fosse stata in precedenza confusa con altre, e innumerevoli test e campioni sono stati presi in considerazione.

Le formiche rappresentano ancora un intero mondo da scoprire, ma grazie a questo studio un nuovo piccolo passo è stato fatto, avvicinandosi anche alle risposte di molte altre domande che ancora restano irrisolte.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

F.D.M