Vengono ripresi dalla telecamera mentre portano via il cane: tentativo di rapimento fallito

Foto dell'autore

By Lisa Girello

News

Tentativo di rapimento a Palermo per il cane di nome Maya finito male: ripresi dalla telecamera di videosorveglianza.

cane rapito palermo
Maya (Facebook – Angela Ciotta)

I cani sono le vittime più comuni di rapimento, poiché possono rivenderli a caro prezzo o utilizzarli in giri clandestini. Con poco sforzo, un ladro può fare soldi facili senza subire conseguenze significative. I cani che vengono rapiti sono per lo più cuccioli, razze di piccola taglia o cani molto richiesti. A Palermo un caso di rapimento è finito male per i rapitori, i quali sono stati ripresi dalla telecamera di sorveglianza.

Rapimento del cane fallito: la telecamera riprende tutto

Tentativo di rapimento fallito per i ladri che volevano portare via la cucciola di nome Maya. Accortosi della telecamera di sicurezza, ritornano sui propri passi e fanno ritrovare la cagnolina.

riportano il cane dopo averlo rapito
Maya (Facebook – Angela Ciotta)

Maya è una bellissima esemplare di Bulldog Francese color nero che qualche giorno fa ha vissuto una vicenda alquanto drammatica. La vicenda ha avuto luogo a Palermo, la cucciola è stata vittima di rapimento, ma fortunatamente per lei, l’atto è stato ripreso dalla telecamera di sorveglianza. Prelevata direttamente dalla sua casa in centro città, una breve clip della ripresa video del rapimento è apparsa su un gruppo Facebook con il commento “Conosciamo i vostri volti: a voi che l’avete rubata, fatela ritrovare e niente vi accadrà“. Inoltre, i proprietari lanciano un appello invitando a chi sapesse qualcosa di farsi avanti in mood da riavere indietro la loro cucciola.

riportano indietro cane
Maya a casa (Facebook – Angela Ciotta)

Sotto il post di denuncia e appello, sono state molte le perone indignate da quel vile gesto, poiché rapire un cane è come portare via un figlio, un “elemento” fondamentale per la famiglia. Il video, tra condivisioni, commenti e passaparola ha fatto il suo dovere. Pochi giorni dopo la cucciola è stata ritrovata sana e salva in un posto, dove questa volta non c’erano telecamere. Scelta saggia che ha portato alla riunione della cucciola con i suoi genitori umani. In questo caso il potere dei social network ha fatto ancora una volta la sua parte, usati nel modo giusto possono davvero fare la differenza.

Impostazioni privacy