Home News Reato maltrattamento degli animali: la petizione per l’inasprimento della pena

Reato maltrattamento degli animali: la petizione per l’inasprimento della pena

CONDIVIDI

Un cane con gli occhi tristi

Non passa un giorno che sulle pagine di cronaca non vi sia un caso di maltrattamento o uccisione di animali. Fatti raccapriccianti che ci mostrano il volto più crudele e mostruoso del genere umano che indignano in quanto le vittime sono come sempre esseri indifesi che hanno fiducia nell’uomo.

Troppo facile prendersela con queste creature pelose vulnerabili anche perché queste azioni terrificanti nei loro confronti non sono adeguatamente punite anche se si tratta di un reato penale a tutti gli effetti.

Con la legge 20 luglio 2004, n.189, per il reato di maltrattamento di animali (articolo 544-ter) viene prevista la reclusione da 3 mesi ad un anno o la multa da 3.000 a 15.000 euro per chi maltratta, provochi una lesione ad un animale, lo sottoponga a sevizie, a comportamenti o lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche. La pena è aumentata della metà se tali comportamenti provocano la morte dell’animale.

Purtroppo, nel belpaese, fino a 36 mesi non è più prevista la reclusione. Ecco perché è stata avviata una petizione su Change.org con la quale viene chiesto l’eliminazione della multa e l’inasprimento della pena in modo che i colpevoli siano giustamente punito.

 

Firma la petizione clicca qui