Home News La romantica storia di una civetta che rischiava la vita – VIDEO

La romantica storia di una civetta che rischiava la vita – VIDEO

Una civetta in difficoltà viene messa in salvo, quello che succede dopo è incredibile, i dettagli della sua storia romantica.

Civetta romantica
L’uomo con in mano la scatola (Comune Montemurlo – Facebook)

Tutto inizia il 5 maggio quando una graziosa civetta viene avvistata in pericolo a Montemurlo, così quel giorno la Vab, si precipita sul posto e cerca di metterla in salvo, dopo alcune peripezie per fortuna riescono a portarla via e a consegnarla all’assistenza veterinaria.

La civetta aveva subito un incidente, era andata a sbattere contro la vetrata di un’azienda in via Bisenzio nella zona industriale di Santorezzo. Quando è stata trovata era a terra immobile e incapace di rialzarsi e rimettersi in volo, sono stati proprio i proprietari della ditta infatti ad allertare il servizio di recupero dell’avio-fauna in ambito urbano messa disposizione dal comune grazie la convenzione stipulata con la Lipu.

Il salvataggio della civetta ferita, la piccola ha una storia romantica

Incidente vab
La simpatica civetta (Comune Montemurlo – Facebook)

Dopo una prima valutazione è stato deciso di trasferirla in Mugello, ci sono voluti tre mesi di cure, attenzioni e riabilitazione prima che la piccola fosse pronta a lasciare il centro, dopo mesi di cure infatti finalmente la civetta è guarita e qualche sera fa è stata liberata. Il fatto interessante che hanno dichiarato gli esperti del centro rapaci Lipu, è che le civette sono animali monogami. Dunque è per questo che secondo il presidente della Vab di Montemurlo, Valerio Palandri, era di fondamentale importanza liberare la civetta in prossimità del luogo in cui era stata trovata.

Potrebbe interessarti anche >>> Come allevare una civetta: cosa è importante sapere

Lo scopo era quello di far ritrovare alla civetta il proprio compagno, potrebbe succedere infatti che la separazione prolungata spinga alcuni esemplari a lasciarsi addirittura morire. Dopo che la civetta è stata liberata infatti tutti si augurano che abbia potuto raggiungere il proprio nido e anche il suo compagno, si presume che il loro nido si trovasse in un sotto interrato di qualche capannone nelle vicinanze o magari in una qualche casa abbandonata nelle vicinanze, la scena in cui la piccola si mette in volo è stata anche ripresa in un video.

Potrebbe interessarti anche >>> Animali e superstizioni: dal gatto alla civetta, i miti sul mondo animale

Al momento della liberazione si sono precipitati sul luogo anche il sindaco Simone Calamai e l’assessore dell’ambiente Alberto Vignoli, i quali hanno voluto da vedere da vicino il piccolo e bellissimo e rapace, è stata un’emozione salvarla e rimetterla in sesto, ha dichiarato un volontario della Vab. Il loro servizio sta funzionando bene infatti da quando il servizio attivo è già passato un anno e sono stati raccolti e sono stati soccorsi già 31 animali prevalentemente volatili ma anche una tartaruga e due ricci, tutti gli animali sono stati messi in salvo e successivamente reinseriti nel proprio habitat.