Home News Sterilizzazione gratuita per cani e gatti padronali: la petizione per contenere il...

Sterilizzazione gratuita per cani e gatti padronali: la petizione per contenere il randagismo e gli abbandoni

CONDIVIDI

E’ sufficiente confrontarsi con alcune realtà per rendersi conto delle problematiche legate al fenomeno del randagismo e degli abbandoni, soprattutto in alcune aree, emarginate, dove permangono tradizioni arcaiche nei riguardi degli animali. Come ad esempio il caso dei cani cosiddetti padronali, ovvero che hanno un padrone ma che vagano tutto il giorno per le campagne come i randagi. Animali liberi che hanno una casa dove mangiare e una cuccia dove dormire. Ovviamente, è facile immaginare che si tratta spesso di esemplari che non sono curati e che non hanno un grandissimo contatto con le persone.

Questo comporta una serie di problematiche legate sia al pericolo di aggressioni che nei riguardi della fauna selvatica, ma anche per quanto riguarda la riproduzione incontrollata. Ovvero, spesso, ci sono più accoppiamenti nell’arco dell’anno e ogni anno, il numero degli animali aumenta in modo esponenziale, considerando i figli dei figli, arrivati in età riproduttiva. Risultato? Cuccioli uccisi appena nati, abbandonati nei cassonetti, nel fiume o lasciati a loro stessi nelle campagne, privi di microchip per cui è impossibile risalire ai proprietari.

Il problema è che gli stessi organi che dovrebbero monitorare, sono al corrente di alcune situazioni ma non intervengono, spesso perché a conoscenza magari delle condizioni economiche precarie di una data famiglia.

Ecco perché è interessante la petizione avviata da Tara Green World – Associazione Nazionale Tutela Animale & Ricerca Ambientale che chiede l’obbligo di sterilizzazione gratuita per cani e gatti padronali.

“Lo Stato promuove e disciplina la tutela degli animali d’affezione, condanna gli atti di crudeltà contro di essi, i maltrattamenti ed il loro abbandono, al fine di favorire la corretta convivenza tra uomo e animale e di tutelare la salute pubblica e l’ambiente” (legge 14 agosto 1991 n° 281 “Legge quadro in materia di animali d’affezione e prevenzione del randagismo”). Nonostante la legge nazionale stabilisca criteri atti a tutelare i nostri amici a quattro zampe, il fenomeno del randagismo è da anni una vera e propria piaga per il nostro paese, una problematica in continua crescita che, nonostante la legge, non è stato arginato né diminuito”, viene scritto nella petizione.

Nel testo, si ricorda che circa “l’80% del fenomeno randagismo è dato dalla mancata sterilizzazione di cani e gatti di proprietà”. Ovvero dai cani smarriti, agli abbandoni e mancata custodia dell’animale.

Per questo, sottolineano i promotori dell’iniziativa, è importante educare  alla sterilizzazione percepita ancora come una violenza nei riguardi degli animali: “Obbligare a sterilizzare il proprio animale domestico ridurrebbe drasticamente gli abbandoni e la proliferazione dei randagi sul territorio ma non solo, permetterebbe ai volontari e alle autorità competenti sul territorio di monitorare i cani e i gatti domestici non sterilizzati”, prosegue la nota, invitando pertanto ad una strategia con la quale promuovere “unaa sterilizzazione a tappeto degli animali presenti nelle regioni più critiche, ridurrebbe drasticamente il fenomeno randagismo nei prossimi anni”.

Con la petizione viene pertanto chiesto le sterilizzazioni di cani e gatti padronali obbligatorie con spese coperte interamente dal Governo o dalle Regioni, ad esclusione degli allevamenti, invitando ad introdurre una sanzione a chi non aderisce alla sterilizzazione: “I proprietari che decidono di NON aderire alla sterilizzazione del proprio animale domestico sono soggetti al pagamento di una tassa annua di euro 500,00 ed il controllo semestrale, da parte dei volontari o del personale preposto, sullo stato di benessere dei propri animali NON sterilizzati”.

E così, “le tasse pagate dai cittadini contrari alla sterilizzazione del proprio animale, saranno utilizzate per aiutare gli animali presenti nei rifugi”.

Una proposto sensata perfettamente in linea con le problematiche dei territori, spesso non affrontate dalle istituzioni, prive di strategie.

Per informazioni e firmare la petizione clicca “OBBLIGO di STERILIZZAZIONE GRATUITA per CANI e GATTI padronali”