Home Video Lo picchia ripetutamente a calci e pugni fino a farlo stramazzare a...

Lo picchia ripetutamente a calci e pugni fino a farlo stramazzare a terra

CONDIVIDI

singapore1

Lo ha colpito ripetutamente con calci e pugni mentre era legato e non aveva possibilità di fuga. La scena del maltrattamento al quale è stato sottoposto un bellissimo esemplare di Siberian Husky è stata ripresa da un vicino di casa che ha poi denunciato il caso alle autorità condividendo il video sui social.

Il caso di è verificato nel mese di maggio di quest’anno e a distanza di sei mesi si è svolto finalmente il processo con il quale un uomo di 41 anni Alan Chiam Choon è stato rinviato a giudizio per maltrattamento e allevamento di cani abusivo.

Dal filmato si nota che l’uomo prende a calci e poi a pugni il cane, colpendolo ripetutamente sul muso e sulla testa mentre con l’altro braccio lo solleva in aria dal guinzaglio, rischiando di strangolarlo. Alla fine del filmato si vede chiaramente il cane tramortito a terra che si regge a malapena.

Immagini raccapriccianti che si sono verificate a Loyang Green nella zona di Jalan Loyang Besar a Pasir Ris, nello Stato di Singapore.

L’uomo era un allevatore abusivo che aveva bene ventidue cani, senza autorizzazione dell’ente di competenza. Per non aggravare la sua posizione, l’imputato si è dichiarato colpevole e ha chiesto di essere difeso da un legale.

Quando nel mese di maggio fu diffuso il video sui social, diventando virale in tutto il mondo e raccogliendo la ferma condanna degli utenti. Lo stesso giorno in cui il filmato divenne virale, Chiam si scusò sulla sua pagina Facebook, spiegando di aver perso il controllo perché il suo collaboratore stava cercando di calmare l’husky che stava aggredendo un labrador: “L’husky ha iniziato a ringhiare e ha cercato di aggredire il mio aiutante. Sono intervenuto quando ho sentito delle urla e mi sono precipitato nel cortile pochi istanti prima che il cane si scagliasse sul mio collaboratore”.

Una tesi che Chiam ha ribadito davanti al tribunale, sottolineando di aver agito in quel modo in “un momento di ansia”.

In caso di condanna per maltrattamento animale, l’uomo rischia fino a 18 mesi di carcere e fino a 15mila dollari di multa. Mentre per l’allevamento abusivo, potrò essere interdetto di detenere più di tre cani, arrivando a pagare una multa di 5mila dollari.

+++IMMAGINI SENSIBILI+++

PRIMA PARTE

SECONDA PARTE