Amorequattrozampe

Diabete, un problema anche per cani e gatti: ecco come prevenirlo

sabato, 19 novembre 2016

 

Il diabete è una malattia non circoscritta soltanto all’uomo.

Questa brutta patologia del sangue colpisce infatti anche gli animali. Limitatamente alle persone, si stima che circa una persona su 300 potrebbe risultare esposta al rischio di contrarre il diabete. Per questo è molto importante venire a conoscenza di quali sono i sintomi, operando per la strada della prevenzione, che rappresenta sempre la scelta giusta.

La FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani) e la ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) hanno promosso, assieme al contributo di MSD Animal Health, il “Mese del diabete del cane e del gatto”. Novembre porta con i suoi trenta giorni in calendario anche dei consulti in cliniche ed ambulatori predisposti nei quali è possibile scambiarsi pareri e raccogliere informazioni sul diabete degli animali. In questo modo è possibile imparare parecchie cose utili in merito.

Il professor Federico Fracassi, docente dell’Università di Medicina Veterinaria di Bologna, afferma: “Tra le tipologie di diabete più diffuse nei cani e nei gatti figura quello ‘mellito’, abbastanza simile a quello che si può riscontrare nelle persone. Se l’organismo accusa una carenza di insulina per qualche difetto del pancreas, allora avviene la concentrazione continua di alti livelli di zucchero nel sangue. Questo può comportare gravi complicazioni per la salute. I cani ad esempio sono spesso affetti da cataratta, che nei casi più gravi può comportare anche la cecità. Nel gatto invece spesso si può osservare una certa debolezza negli arti posteriori, a causa di un danneggiamento dei nervi”.

Una diagnosi effettuata in tempo ed una successiva terapia a base di insulina, assieme ad uno stile di vita salutare, possono consentire ad un animale diabetico di vivere una esistenza normale e senza grossi condizionamenti. “I primi sintomi sono molto importanti – avverte il professor Fracassi – tra questi possiamo annoverare una sete intensa, grossa urinazione, perdita di peso, la tendenza a dormire troppo, occhi opachi nel cane, mancanza di autopulizia nel gatto e problemi al pelo. Se osservate uno di questi effetti andate subito da un veterinario per far controllare il vostro amico a quattro zampe”.

SE AVETE DOMANDE SULLA SALUTE DEL VOSTRO AMICO A QUATTRO ZAMPE SCRIVETECI ALL’INDIRZZO E-MAIL:  espertorisponde@amoreaquattrozampe.it  IL NOSTRO ESPERTO VI RISPONDERA’.


Commenti