5 migliori pesci mangia alghe: quelli perfetti per il tuo acquario

Foto dell'autore

By Diana Cavalieri

Non solo Cani e Gatti

Quali sono i migliori pesci mangia alghe che potrebbero essere perfetti anche per un acquario? Ce ne sono almeno 5.

pesce acquario
Pesce Molly (Pixabay – Canva – Amoreaquattrozampe.it)

Sono veri amanti degli animali coloro che apprezzano tutte le specie e che tra gli animali domestici non include solamente cani e gatti. Sicuramente molto più diffusi gli amici a quattro zampe, ma ci sono tantissime persone che amano la compagnia dei pesci.

Avere un acquario in casa, tuttavia, non vuol dire essere esperti di pesci. Oggi vogliamo aggiungere qualche tassello in più, forse, alle vostre conoscenze.

Vi parleremo, quindi, dei migliori pesci mangia alghe che fanno tanto bene al mare, ma che possono trovarsi anche nel vostro acquario di casa.

I pesci mangia alghe sono importantissimi per l’ecosistema acquatico e possono mantenere sano anche il tuo acquario. Ecco perché è utile sapere quali sono.

5 migliori pesci mangia alghe per acquario: nomi e caratteristiche

Le alghe vanno molto bene nell’ambiente acquatico se presenti in piccole quantità. Non c’è ambiente marino senza alghe. Ma in un acquario di casa è molto importante impedire che si formino in eccesso.

pesci acquario
Due pesci in un acquario (Pixabay – Amoreaquattrozampe.it)

I 5 migliori pesci mangia alghe che potresti prendere sono questi:

  1. Molly: sono pesci di 5-10 cm, molto carini da guardare che tolgono le alghe dalle rocce; sono compatibili con Corydoras, Angelo, Xifo, Tetra e Platy;
  2. Pesce ago: 10 cm, compatibile con Tetra, Accetta e Matita, tutti pesci molto docili;
  3. Volpe volante siamese: max 16 cm, attenzione al Labeo dalla coda rossa, per gli altri pesci, invece non si sono problemi di convivenza;
  4. Ancistrus: specie che si divide in diversi esemplari di colori diversi, max 12 cm, va d’accordo con tutti i pesci da acquario comune;
  5. Otocinclus: 5 cm, uno dei pesci mangia alghe più piccoli, non adatto ai grandi Ciclidi.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER

Naturalmente, oltre a mangiare alghe, questi pesci hanno anche bisogno di altre sostanze nella propria dieta.

Come controllare la crescita delle alghe nell’acquario

Avere dei pesci che le mangiano è un’ottima soluzione, ma non è l’unica e soprattutto non quella più accessibile per tutti. Se non avete questa possibilità ci sono altre accortezze da mettere in pratica.

Infatti, il miglior modo per tenere sotto controllo la crescita delle alghe in un acquario è quello di gestire l’esposizione alla luce e la presenza di nitrati.

Un acquario andrebbe illuminato per circa 6 ore al giorno, ma tenuto lontano dai raggi diretti del sole. L’acqua deve essere cambiata spesso e regolarmente.

Gestione cookie