Home Non solo Cani e Gatti Bando gabbie negli allevamenti di conigli in Europa: l’indagine di Animal Equality

Bando gabbie negli allevamenti di conigli in Europa: l’indagine di Animal Equality

CONDIVIDI

Ci sono poche ore prima dell’appuntamento con la sessione Plenaria del Parlamento Europeo fissata al 14 marzo, nell’ambito della quale sarà discussa la messa al bando l’utilizzo delle gabbie negli allevamenti di conigli in tutta Europa.

Animal Equality ha lanciato una raccolta firme per fermare l’orrore negli allevamenti in gabbia, ricordando che oltre 340 milioni di conigli stanno vivendo negli allevamenti in condizioni di sofferenza inimmaginabile: “Senza nessuna legislazione che delinei i requisiti minimi obbligatori per la loro protezione. Questi animali sono rinchiusi per tutta la loro breve esistenza in gabbie spoglie e squallide, talmente piccole da non permettergli di esprimere alcun comportamento naturale”, denuncia l’organizzazione che sta rilanciando in una corsa contro il tempo la raccolta firme.

L’organizzazione aveva condotto lo scorso anno un’indagine con la quale denunciava le violenze e le condizioni di quei poveri animali, detenuti senza dignità e rispetto, indifferenti alla loro sofferenza: “Ciò che gli investigatori hanno riscontrato è terrificante: allevatori che uccidono gli animali sbattendoli ripetutamente al suolo, conigli gettati vivi in contenitori della spazzatura, animali con gravi infezioni che non ricevono alcuna cura veterinaria, scatenando frequenti casi di cannibalismo”, sottolinea Animal Equality, aggiungendo che “l’indagine condotta negli ultimi tre anni Animal Equality ha condotto una sconvolgente investigazione, filmando all’interno di 75 allevamenti e 6 macelli di conigli fra Italia e Spagna“.

Firma la petizione clicca qui