Home Non solo Cani e Gatti Come capire se il coniglio è in calore: ciclo riproduttivo e sintomi

Come capire se il coniglio è in calore: ciclo riproduttivo e sintomi

Come capire se il coniglio è in calore? C’è tanto da scoprire, dall’accoppiamento alla gestazione nel peloso domestico. Approfondiamo nell’articolo.

Come capire se il coniglio è in calore
Pelosetto fermo sul letto (Foto Unsplash)

Per ogni proprietario di un grazioso pelosetto domestico, è molto importante sapere come occuparsi di lui, dall’alimentazione alle cure per la sua salute, fino a capire come funziona l’accoppiamento con un altro esemplare. Ebbene, non è tutto così scontato. Vediamo come capire se il coniglio è in calore.

Come capire se il coniglio è in calore?

Rispetto a cane e gatto, il piccolo roditore ha un ciclo riproduttivo differente. Occorre sapere quando il coniglio diventa adulto e quali sono i sintomi che ci fanno intuire che è pronto. Leggiamo meglio qui di seguito.

Capire se il roditore è in calore
Coniglio tranquillo (Foto Pixabay)

Se si ha intenzione di scegliere un coniglio come compagno domestico, è importante decidere se si vuole prendere un maschio o una femmina, per sapere se intervenire con la sterilizzazione o farlo riprodurre.

É, prima di tutto, una questione di preferenza, ma comunque entrambi i sessi andrebbero sterilizzati una volta raggiunta la maturità sessuale.

Il maschio e la femmina raggiungono la maturità sessuale in modo diverso, e molto dipenderà dalla dimensione della razza.

Di solito, un coniglio raggiunge la pubertà intorno ai 45 mesi (femmina) e 57 mesi (maschio). Ma i pelosi di taglia grossa possono raggiungerla più tardi rispetto a quelli più piccoli.

Riconoscere il calore nel coniglio maschio

Ci sono dei segnali che indicano che è arrivato il momento giusto per il coniglio maschio. L’esemplare adulto inizierà a delimitare il territorio spruzzando urina sugli oggetti intorno a lui.

Mancando l’esemplare femmina vicino a sé, il coniglio maschio si rivolgerà a tutto ciò che lo circonda, come oggetti del padrone e accessori nel suo posto.

Il calore nel coniglio femmina

Anche il coniglio femmina presenta delle differenze con gli esemplari di altre specie animali.

La femmina, infatti, non ha un periodo di calore come lo intendiamo, ma dei periodi lunghi di ricettività, i quali durano tra i 4-10 giorni, con un periodo di riposo sessuale, 1-2 giorni.

L’esemplare femmina sarà feconda in seguito all’accoppiamento. Si potranno notare dei sintomi importanti nel peloso, che fanno capire che è pronta a ricevere il maschio, quali:

  • Labbra vulvari più gonfie e dal colore più scuro.
  • Nervosismo.
  • Possibile aggressività.
  • Inarca la schiena e schiaccia il ventre sul suolo, mantenendo il codino sollevato.
  • Tentativo di montare simili e oggetti.

Non c’è una stagione precisa in cui avvengono questi periodi di calore, dunque si possono accoppiare tra loro durante tutto l’anno. Perciò, il coniglio è ritenuto animale prolifico.

Potrebbe interessarti anche: Sterilizzazione del coniglio: informazioni, consigli, costo e quando farla

I conigli e l’accoppiamento: come avviene tra due esemplari

Esistono diversi segnali che vengono captati dai piccoli pelosi e la femmina deve far capire la sua disponibilità all’accoppiamento. Continuiamo la lettura dell’articolo.

Il ciclo riproduttivo nel coniglio
Animaletto nella natura (Foto Pexels)

Come abbiamo visto, durante il periodo ricettivo, il coniglio femmina manifesta alcuni sintomi a cui fare attenzione. Il suo comportamento muta e tende ad essere anche aggressivo.

Quando l’esemplare femmina è pronta a ricevere il maschio, rilascerà i suoi feromoni, così da farlo avvicinare e risvegliare l’istinto sessuale.

Nel momento in cui il coniglio maschio si avvicina, l’annuserà e inizierà a montare la compagna.

La femmina che vorrà il suo avvicinamento resterà immobile e, così, potranno accoppiarsi.

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

L’atto tra i due conigli durerà non più di 10 secondi, dopo i quali il maschio si staccherà e cadrà su un fianco perdendo l’equilibrio.

La pseudogravidanza o gravidanza isterica

Dopo l’accoppiamento potrà avere inizio la gestazione ed è qui che, in alcuni casi, può insorgere la pseudogravidanza o gravidanza isterica nel coniglio femmina.

Questo fenomeno può colpire le femmine non sterilizzate e può verificarsi in seguito all’accoppiamento non fertile, altri stimoli sessuali e per una ovulazione spontanea post carezze.

Anche qui, si potranno manifestare diversi sintomi nella femmina:

  • Nervosismo.
  • Addome gonfio.
  • Liquido nelle mammelle gonfie.
  • Il coniglio strappa peli dal collo, dall’addome e dai fianchi.

Si tratta di un fenomeno che tenderà a risolversi automaticamente, nella femmina, intorno ai 18 giorni.

Ma se la pseudogravidanza dovesse continuare nella femmina, con alcuni dei sintomi riportati, si consiglia di consultarsi con il veterinario, che procederà a visitare il coniglio.