Home Non solo Cani e Gatti Il coniglio non mangia: ecco perchè succede e come rimediare

Il coniglio non mangia: ecco perchè succede e come rimediare

CONDIVIDI

Ci sono varie possibili cause per cui il coniglio può smettere di mangiare: scopriamo insieme come mai il coniglio non mangia e quali sono i rimedi possibili

coniglio non mangia
Anoressia nel coniglio: cause e rimedi (Pixabay)

Chi ha adottato un coniglio sa benissimo che questi simpatici roditori, a differenza di ciò a cui siamo abituati con cani e gatti, mangiano praticamente di continuo: il loro organismo ha bisogno di cibarsi in ogni momento, sia per limarsi i denti che per evitare che l’intestino smetta di funzionare.

Proprio perchè alimentarsi in continuazione è una caratteristica peculiare di questi animali, quando il coniglio non mangia bisogna fare molta attenzione: l’anoressia nei conigli è un segnale ben preciso di qualcosa che non va.

In questo articolo, scopriremo quali sono le possibili cause di anoressia nei conigli e cosa fare per aiutare un coniglio che non mangia.

Quando il coniglio non mangia: possibili cause e soluzioni

coniglio non mangia
Il coniglio non mangia: come mai e cosa fare? (Pixabay)

Ci sono due possibili modalità in cui il coniglio smette di mangiare: di punto in bianco o progressivamente. Nel primo caso, dopo mezza giornata di digiuno, bisogna portare immediatamente l’animale dal veterinario perchè potrebbe esserci un problema di salute molto grave in corso.

Nel secondo caso, il coniglio inizia a rifiutare il cibo gradualmente: non mangia alcuni cibi, ma seleziona soltanto alcuni alimenti ben precisi e le sue feci iniziano a diminuire in volume e quantità giorno dopo giorno. Anche in questo caso, il coniglietto sta inviando dei segnali ben precisi che qualcosa non va come dovrebbe ed è fondamentale imparare a cogliere questi segni per occuparsene prima possibile.

Le cause dell’anoressia nel coniglio

Se il coniglio smette di mangiare, quindi, è a causa di un problema di salute più o meno grave: fatto sta che le cause possono essere davvero tra le più disparate, per cui la tempestività dell’intervento è fondamentale! Bisogna portare subito il piccolo dal veterinario, perchè potrebbe esserci davvero qualsiasi problema di salute dietro.

Un coniglio non mangia per cause gravi come delle malattie di vario tipo: ad esempio, un problema all’apparato digerente dovuta a un’alimentazione povera di fibre oppure una malattia ai reni, ma anche anemia o problemi di natura respiratoria. Altre possibilità sono le malattie infettive come la mixomatosi, oppure dei problemi dentali dovuti al mancato allineamento (sappiamo che i denti sono fondamentali per i conigli e crescono in continuazione).

Inoltre, il coniglio smette di mangiare perchè prova dolore, ad esempio a causa di un’unghia spezzata o di una lesione, ma anche per stress dovuto a cambiamenti ambientali o nell’alimentazione. I conigli sono animali abitudinari e reagiscono male alle novità, soprattutto se troppo improvvise.

Prima di proseguire con i possibili rimedi in caso di digiuno nei conigli, puoi approfondire il tema del linguaggio corporeo del coniglio qui.

Il digiuno del coniglio: rimedi efficaci e trattamento medico

coniglio domestico
 (Pixabay)

Abbiamo visto che dietro il rifiuto del cibo da parte dei conigli possono esserci molteplici cause, tanto da consigliare caldamente di portare il roditore dal veterinario immediatamente se il digiuno continua da 12 ore: basta davvero poco a causare un blocco intestinale che potrebbe essere fatale per il nostro amico a quattro zampe.

Il veterinario potrà indagare la causa scatenante e prescrivere il trattamento più adatto, che molto probabilmente includerà anche la nutrizione forzata: quest’ultima consiste nella somministrazione di fieno frullato con acqua o succo di frutta non zuccherato attraverso una siringa senza ago. In alternativa, potete utilizzare appositi mangimi per conigli anoressici.

Inoltre, non trascurate i pericoli della disidratazione per un coniglio che non mangia: aiutatelo a bere più acqua nel corso della giornata, utilizzando anche qui una siringa senza ago se necessario oppure provando a farlo bere con il beverino.

Potrebbe interessarti anche >>> Il coniglio soffre il caldo? Temperatura ideale e come difenderlo in estate

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI