Home Non solo Cani e Gatti Cosenza, uomo salva un serpente di quasi 2 metri di lunghezza

Cosenza, uomo salva un serpente di quasi 2 metri di lunghezza

CONDIVIDI

A San Giovanni in Fiore, località calabrese in provincia di Cosenza, un uomo ha tratto in salvo un Cervone di un metro e settanta centimetri di lunghezza. Per nulla spaventata, questa persona ha notato lo stato di evidente difficoltà in cui versava il rettile e gli ha prestato aiuto liberandolo da una situazione di pericolo. Il serpente, nome scientifico ‘Elaphe quatuorlineata’, era rimasto intrappolato in un delimitatore stradale che presentava segni di vecchi danneggiamenti. L’animale si era inerpicato nelle intercapedini presenti senza più la possibilità di uscirne. Ma alcuni operai forestali hanno notato la cosa: gli uomini, appartenenti a ‘Calabria Verde’, hanno dato l’allarme avvisando la Polizia Provinciale.

Il Cervone è stato raccolto a mani nude: non aveva forze ed è stato quindi relativamente semplice immobilizzarlo e tenerlo calmo e buono mentre altre persone hanno provveduto ad allargare i buchi entro i quali era andato ad incastrarsi. Bloccato com’era, il serpente sarebbe risultato molto facilmente alla mercé delle intemperie ma soprattutto di possibili predatori e di persone di passaggio non dotate della stessa sensibilità nei confronti degli animali. L’episodio rappresenta anche un punto a favore per la categoria degli operai forestali, che spesso ricevono delle critiche per la presunta scarsa utilità del servizi da loro offerti: ebbene, essi hanno dimostrato di servire eccome. Il serpente Cervone fa parte della lista degli animali protetti e ne è vietata l’uccisione, e comunque, pur essendo contraddistinto da grosse dimensioni, non è assolutamente letale per gli uomini.

Nella fattispecie, il nostro strisciante amico è stato lasciato libero proprio lì dove ha ricevuto soccorso. Ma ultimamente sta scoppiando una vera e propria psicosi relativa alla presenza di serpenti nel centro abitato, con diversi episodi che segnalano la presenza di esemplari anche di grandi dimensioni in piena città. negli ultimi giorni sono stati segnalati diversi avvistamenti in Veneto, Toscana e Campania.