Home Non solo Cani e Gatti Decidono di fare il tutto per tutto per salvare il loro pesciloino...

Decidono di fare il tutto per tutto per salvare il loro pesciloino rosso di 20 anni

CONDIVIDI
@Toll Barn Veterinary Centre Limited

Non tutti lo sanno, ma un ordinario pesciolino rosso, anche di quelli presi alla fiera, può arrivare a campare almeno 15 anni, alcuni esemplari, sono addirittura arrivati a 40 anni e non è raro sentire parlare di pesci rossi di una trentina di anni.

Tra questi non poteva mancare all’appello un dolce pesce di nome Bob che da ben vent’anni condivide la sua vita con una famiglia, in Inghilterra, che in un momento di difficoltà non l’hanno abbandonato.

Il piccolo Bob presentava un’escrescenza esterna, vicino ad una pinna. La sua famiglia ha così deciso di rischiare, portandolo presso una clinica veterinaria, la Toll Barn Veterinary Centre Limited per capire cosa fosse ed è emerso che si trattava di un tumore che doveva essere rimosso.

“Abbiamo conosciuto Bob, il giorno del suo intervento chirurgico. Era in buona salute a parte il tumore”, hanno commentato i veterinari.

Per operarlo, i veterinari hanno messo dell’anestetico nell’acqua che lo ha fatto addormentare. Il battito cardiaco durante tutto il tempo necessario per l’operazione era costantemente monitorato. Alcuni assistenti veterinari dovevano invece mantenere Bob idratato per non danneggiare le sue branche, mentre un tubo con dell’acqua era infilato nella bocca per ossigenare il pesce e mantenerlo sotto anestesia.

L’intervento è andato bene con la rimozione del tumore che non ha danneggiato la pinna. Adesso Bob sta facendo del suo meglio e lentamente sta recuperando le sue forse.

“Amo il mio lavoro. Ci sono molte persone che amano i loro animali, che si prendono cura di loro, contribuendo ad allungare le loro speranze di vita. Riceviamo molte telefonate. E’ davvero bello quando sentiamo un proprietario che vuole salvare il suo animale domestico e soprattutto essere in grado di fare qualcosa e di aiutarli”, ha dichiarato la veterinaria che ha operato il piccolo Bob, affermando che si è trattato del “pesce più vecchio che è stato operato nella clinica”.

Una volta terminata l’operazione, il piccolo Bob è tornato a casa e ha ripreso a nuotare, meglio di prima, senza l’escrescenza tumorale che lo appesantiva e limitava negli spostamenti.

Anche lo scorso anno, sempre nel Regno Unito, una famiglia è stata disposta a percorrere ben quattrocento chilometri e a spendere 250 euro per far operare sempre di un tumore il suo pesciolino rosso di nome Nemo.  Pesciolini fortunati e longevi, grazie all’amore che ricevono ogni giorno da chi si prende cura di loro.