Home Non solo Cani e Gatti Insetti autunnali: quali sono, caratteristiche e come evitarli

Insetti autunnali: quali sono, caratteristiche e come evitarli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:24
CONDIVIDI

L’estate sta finendo e col primo fresco arrivano gli insetti autunnali: ecco quali sono, che caratteristiche hanno e come combatterli.

Insetti autunnali
Insetti autunnali: il grillo (Foto Pixabay)

L’estate sta finendo e con il sole e le belle giornate andranno via anche gli insetti estivi come le zanzare, vespe e calabroni. Ma non vuole dire che non ne arriveranno di altri, anzi col primo fresco si presenteranno altri non meno temibili. Ma allora quali sono questi insetti autunnali, che caratteristiche li contraddistinguono e come facciamo a non avere sgraditi incontri con loro? Tutte le risposte nel seguente articolo.

Potrebbe interessarti anchePunture di insetti nel cane: come comportarsi e quali rischi ci sono

Insetti autunnali: chi sta arrivando?

zanzara
Zanzara (Foto Pixabay)

A quali insetti dovremo dare il benvenuto con il prossimo autunno? Col primo freddo arriveranno da noi quei piccoli insetti che troveranno rifugio negli ambienti al chiuso, piuttosto che all’esterno. Molti di essi subiscono un processo noto come ‘ibernazione’ o diapausa. In questo periodo l’insetto diminuisce al minimo le sue funzioni vitali e, con delle sostanze chimiche che auto-producono, riescono a proteggersi dal freddo, ma non solo. Infatti con questo sistema riescono a resistere anche alla mancanza di cibo e allo stare immobili.

Dove ‘alloggeranno’ gli insetti durante l’autunno? Sicuramente al chiuso e preferibilmente nelle stanze umide, così da sfruttare l’umidità. In pratica si tratta di una migrazione, di un esodo verso l’interno dell’abitazione. E questo può comportare anche problemi piuttosto fastidiosi da risolvere.

Gli insetti autunnali: quali sono e come sono

Insetti autunnali
Insetti autunnali: formica (Foto Pixabay)

Quali sono quelli tipici della stagione che comprende settembre, ottobre e novembre? Solitamente le cimici verdi sono le prime ad ‘arrivare’. Si tratta di insetti tipici dell’area mediterranea, sebbene negli ultimi tempi si parla anche molto delle cimici asiatiche. Per non parlare poi delle solite, comuni e già conosciute zanzare, centopiedi, coccinelle, falene e formiche. Infine le mosche che sembrano non darci più un periodo di tregua.

Capiterà facilmente anche di incontrare ragni, scarafaggi e simili e si sentiranno ancora grilli e vedere saltare cavallette. In pratica la quantità di insetti è destinata ad aumentare perché, a quelli estivi, si aggiungeranno i ‘colleghi’ autunnali.

Potrebbe interessarti anche: Gli insetti più interessanti del mondo: guida a tutte le specie più belle

Cosa fare per evitare un’invasione

Cimice verde
Cimice verde (Foto Pixabay)

A nessuno fa piacere combattere con gli insetti, per non parlare della paura (e anche il ribrezzo) che molti di essi provocano e non solo nelle donne, da sempre considerate le meno ‘coraggiose’ in questo senso. Cosa possiamo fare per evitare una vera e propria invasione di insetti autunnali? Di certo non aspetteremo con le mani in mano che questi piccoli esserini prendano possesso delle nostre stanze, soprattutto quelle più umide della casa. La soluzione è quella di rendere questo esodo più difficile o riuscire ad impedirglielo totalmente.

  • Pulizia: questo dovrebbe essere un  consiglio valido per tutto l’anno. La pulizia di spazi esterni ed interni, dei luoghi di raccolta della spazzatura e di tutti i piccoli spazi dove è facile che si annidi la sporcizia, bisogna avere una particolare cura. Meglio smaltire la spazzatura e non lasciarla depositare, pulire le grondaie e tenere in ordine lo spazio verde.
  • Eliminare l’umidità: con l’aiuto di un deumidificatore gli spazi interni della casa, come ad esempio bagno, cantina e cucina, possono essere privati della loro umidità che tanto attrae gli insetti autunnali. Nel caso in cui un deumidificatore non fosse possibile, c’è anche il rimedio naturale e fai-da-te con il sale grosso, quello che viene comunemente usato per cucinare.
  • Finestre e tubi: attenzione a sigillare bene le finestre e a pulire i battiscopa. E’ qui che gli insetti possono depositarsi e magari anche cibarsi di qualche residuo. Teniamo puliti i tubi e facciamo attenzione a non far depositare e stagnare l’acqua nelle condutture.
  • Luci: le luci esterne possono continuare ad attirare insetti volanti e non. Se non serve tenerle accese, perché ormai è trascorso il tempo di mangiare all’esterno, teniamole spente.
  • Piante: quelle che hanno adornato i nostri balconi e anche gli spazi interni durante l’estate, dovranno essere tutte messe all’esterno per evitare di attirare insetti dentro casa.
  • Legna: se facciamo provviste di legna per il nostro camino, controlliamo che i pezzi siano privi di insetti.

Francesca Ciardiello