Home Cani Salute dei Cani Punture di insetti nel cane: come comportarsi e quali rischi ci sono

Punture di insetti nel cane: come comportarsi e quali rischi ci sono

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:44
CONDIVIDI

In estate sono molto più comuni le punture di insetti nel cane. Ma come riconoscerle ed intervenire? E quando serve preoccuparsi davvero?

Punture di insetti nel cane: come comportarsi e quali rischi ci sono
Punture di insetti nel cane: come comportarsi e quali rischi ci sono (Foto Flickr)

La bella stagione in arrivo significa vivere di più all’aria aperta. E come per noi umani, anche i nostri amici a quattro zampe amano stare al sole, nella natura, e fuori casa a divertirsi. Aumentano le passeggiate, si sta di più in prati, parchi, boschi, e in generale si vive una vita più intensa. Ma con le bellezze dell’estate, ci sono anche dei pericoli per i nostri pelosetti. Gli insetti, ad esempio, sono tanto pericolosi per i cani quanto lo sono per noi umani. Il modo migliore per proteggere il nostro cane sarebbe ridurre il contatto con gli insetti, ma si sa: i cani sono curiosi, a loro piace esplorare, il che significa che prima o poi ci troveremo a fare i conti con le punture di insetti nel cane. Pertanto, è necessario sapere come riconoscere e trattare i morsi e le punture più comuni.

Potrebbe interessarti anche: Punture di insetti negli umani: come comportarsi e quali rischi ci sono

Sintomi delle punture di insetti

Punture di insetti nel cane: come comportarsi e quali rischi ci sono
Sintomi delle punture di insetti nel cane (Foto Flickr)

Gonfiore e irritazione della pelle sono i sintomi più comuni di punture di insetti. Nel caso di una puntura d’ape o di vespa, l’area in cui c’è stato il morso sarà calda al tocco. Anche le pulci possono causare irritazione, e sono una comune causa di punture di insetti nel cane. In caso di infestazione da pulci, il cane avvertirà un forte prurito.

Un altro morso di insetto comune nei cani è la puntura di zanzara, specie in estate. Come negli esseri umani, una puntura di zanzara formerà una protuberanza sulla superficie della pelle del nostro amico a quattro zampe. Fortunatamente, l’irritazione è lieve. Tuttavia, le zanzare portano la filaria: per questo motivo, è necessario assicurarsi che il cane sia in regola con il programma di vaccinazioni contro la filaria.

Le zecche sono un’altra preoccupazione per noi proprietari di cani. Una puntura di zecca è simile a una puntura di zanzara, apparirà come un piccolo bozzo rosso. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, troveremo la zecca ancora attaccata alla pelle del cane. Il prurito non è l’unica preoccupazione quando si tratta di zecche. Questi insetti portano infatti la malattia di Lyme, che colpisce sia i cani che gli esseri umani.

Il nostro cane potrebbe anche cadere vittima di un morso di ragni. Questi morsi possono causare sintomi gravi come vomito, sonnolenza, disorientamento e brividi. Da notare, che questi sono gli stessi sintomi che si presenteranno se il nostro cane riceve anche dei morsi o punture da vespe o api.

Come trattare le punture di insetti nel cane

agopuntura animali
Come trattare i vari tipi di punture o morsi di insetto. (Foto Pixabay)

Non dovremmo permettere al nostro cane di graffiare, leccare o mordere il luogo in cui c’è stato il morso o la puntura dell’insetto, in quanto questo peggiorerà solo l’irritazione. Inoltre, i graffi possono anche causare un’infezione secondaria. Pertanto, il primo passo dovrebbe essere la riduzione dell’irritazione.

Per ridurre l’irritazione di una puntura di insetto, possiamo considerare i seguenti metodi:

  • Applicare un impacco per raffreddare la zona, o un impacco di ghiaccio. Le temperature fredde calmano l’irritazione e riducono il gonfiore nell’area del morso.
  • Se il nostro cane ha ricevuto una puntura o un morso d’insetto in bocca, cerchiamo di utilizzare qualcosa che possa adattarsi alla sua bocca, come una carota fredda o un giocattolo da masticare leggermente congelato. In effetti, i veterinari raccomandano simili rimedi per lenire il disagio della dentizione nei cuccioli: qualcosa di freddo può alleviare il dolore alla bocca del nostro cane.
  • Un altro ottimo rimedio è il bicarbonato di sodio: applicare una pasta di bicarbonato di sodio sulla zona interessata può aiutare. Il bicarbonato di sodio bilancia infatti i livelli di pH, riducendo così l’infiammazione. Altri prodotti prontamente disponibili che funzionano su punture di insetti includono il sidro di aceto di mele, e le cipolle (attenzione a non farle mangiare al cane!).
  • Fare al cane un bagno nella farina d’avena, ai sali da bagno Epsom o usando il latte di magnesia.
  • Le creme all’idrocortisone (comunemente vendute in farmacia, sono prodotti da banco) riducono il prurito e il gonfiore associati alle punture di insetti.
  • Farmaci come la Difenidramina alleviano lievi reazioni allergiche a punture di insetti come irritazione e gonfiore. Tuttavia, consultiamo un veterinario per assicurarci di dare al nostro cane il giusto dosaggio.

In ogni caso, ricordiamo di utilizzare sempre prodotti sicuri per i cani. Anche se una crema o una lozione agisce sull’uomo in modo corretto, questo non significa che sia sicura per i cani. Ad esempio, la lozione alla calamina contiene lo zinco, che è una sostanza tossica per i nostri amici a quattro zampe.

Un’altra cosa da ricordare nel caso di una puntura di ape, è che questo insetto lascerà il suo pungiglione nella pelle, dopo aver attaccato. Dovremmo rimuovere questo pungiglione il prima possibile, perché anche una volta staccato dall’ape, continua a pompare veleno.

Gli insetti che pungono gli animali domestici

cane con zecche
Un cucciolo si morde una puntura: che insetto sarà stato? (Foto AdobeStock)

Punture e punture di insetti sono eventi comuni che devono affrontare tutti i padroni di animali domestici, prima o poi. Altrettanto numerosi sono i tipi di insetti che pungono e/o mordono i nostri amati cani e gatti. Ecco perché riconoscere, trattare e prevenire le punture di insetti nel cane è un componente essenziale della vita con il nostro animale domestico. Ecco quindi alcuni dei più comuni insetti che potremmo incontrare.

  • Pulci. Le pulci sono insetti assetati di sangue che saltano sui corpi dei nostri animali domestici e si ingrandiscono sulla superficie della loro pelle. La saliva delle pulci è molto allergenica, quindi il morso di una singola pulce può far prudere un cane (o un gatto) su tutto il corpo. Le lesioni cutanee da punture di pulci possono presentare gonfiore, arrossamento, perdita di pelo, croste e trasudamento.
  • Zecche. Le zecche si aggrappano opportunisticamente alla pelliccia di animali che sfiorano un filo d’erba, le foglie, i rami, la terra o altre superfici ambientali. La faccia, la testa, le orecchie e i lati del corpo (fianchi) e gli arti sono aree più comuni in cui vengono scoperte zecche sugli animali domestici. Il rossore può verificarsi attorno al morso di zecca; gonfiore e croste possono quindi verificarsi dopo che la zecca viene rimossa o cade.
  • Acari. Gli acari – come la rogna – sono insetti microscopici che scavano in profondità negli strati della pelle per nutrirsi e vivere. Il loro masticare attraverso la pelle del nostro cane crea infiammazione e porta a infezioni secondarie. Le lesioni cutanee da rogna possono manifestarsi in tutto il corpo, ma le zone con meno pelo sono quelle più comunemente colpite. Gonfiore, arrossamento, perdita di pelo, croste, trasudamento o altre lesioni possono verificarsi secondariamente alla rogna.
  • Zanzare. Gli animali domestici avvertono la sensazione di una puntura di zanzara che penetra nella pelle, e tutte le superfici del corpo sono soggette a punture di zanzare, ma aree di superficie più ampia (come la schiena, i fianchi, ecc.) forniscono ampie aree da mordere. Gonfiore, arrossamento e orticaria possono essere visti dopo la puntura di zanzara. 
  • Api, calabroni e vespe. Come le zanzare, la puntura di un’ape, un calabrone o una vespa, tende a localizzarsi fino al punto di entrata nella pelle e può verificarsi in qualsiasi parte del corpo. Tuttavia, la puntura di questi insetti provoca un dolore significativo che può portare a vocalizzazione improvvisa, zoppia, prurito o altri segni. Inoltre, il loro veleno crea una significativa risposta infiammatoria che porta a gonfiore, arrossamento, orticaria e segni più sistemici come vomito, diarrea, inciampo, collasso e bassa pressione sanguigna (ipotensione) in animali domestici più sensibili.
  • Formiche. I morsi di formica causano dolore e gonfiore localizzati, ma in genere non hanno effetti significativi su tutto il corpo. Le formiche strisciano sugli animali nel punto di contatto tra una parte del corpo e il terreno, quindi gli animali domestici vengono morsi sulle zampe o in qualsiasi parte del corpo a contatto con il pavimento. Prurito, arrossamento e zoppia sono più comunemente associati a morsi di formica su cani e gatti.
  • Mosche. Come le pulci e le formiche, i morsi di mosca tendono a causare dolore e gonfiore, ma in genere non hanno effetti significativi su tutto il corpo. Gli animali appena nati, quelli molto anziani e con problemi di mobilità sono più inclini alle conseguenze dei morsi di mosca, inclusi prurito e arrossamento. Le mosche possono depositare le uova sulla pelle del cane, specialmente nelle piaghe aperte. In pochi giorni, le uova si schiudono in larve che portano a gonfiore e infezione secondaria.

Potrebbe interessarti anche: Estate, pericoli per i cani: cane ustionato dal sole

Quando è il caso di una visita dal veterinario

Si può dare la tachipirina al cane?
Quando è il caso di una visita dal veterinario? (Foto AdobeStock)

Nella maggior parte dei casi, i sintomi delle punture di insetti nel cane si attenuano senza il bisogno di un intervento medico. Tuttavia, come gli umani, alcuni cani manifestano reazioni anafilattiche acute (reazioni allergiche) quando vengono morsi da alcuni insetti. Ad esempio, alcuni cani sono allergici al veleno delle api.

Le reazioni anafilattiche si manifestano solitamente entro 20 minuti dal morso o dalla puntura. Nel caso del veleno d’api, la risposta potrebbe comportare gonfiore del viso e della gola, che causa difficoltà nella respirazione. Se notiamo gravi reazioni allergiche, dobbiamo portare immediatamente il cane dal nostro veterinario di fiducia.

Altri sintomi di punture di insetti nel cane che richiedono l’intervento di un veterinario includono: vomito, tremori, diarrea, problemi respiratori. Anche se il nostro cane non mostra sintomi gravi, è comunque consigliabile portarlo dal veterinario per un ulteriore controllo. Ricordiamolo, gli insetti diffondono infezioni e malattie come la malattia di Lyme e la filaria.

F. B.