Home Non solo Cani e Gatti L’orso polare dello zoo di Belgrado: è sdegno

L’orso polare dello zoo di Belgrado: è sdegno

CONDIVIDI

orso polare

E’ ormai un luogo comune, quello del maltrattamento degli animali, sfruttati a scopo d’intrattenimento. Così, non solo i circhi, ma anche gli zoo sono finiti sotto ai riflettori, per le condizioni in cui spesso vengono detenuti. In alcuni paesi, alcuni zoo non hanno addirittura i fondi per poter soddisfare le esigenze alimentari degli esemplari accolti nella struttura. E così, molti esemplari muoiono di fame. Non a caso, contro lo sfruttamento degli animali, lo zoo di Buenos Aires dopo 140 anni ha deciso di chiudere i battenti, spiegando che “tenere alcuni esemplari di animali chiusi in gabbia ed in cattività per il semplice scopo di metterli in mostra è degradante”.

In questo scenario, spunta un altro video denuncia sulle pessime condizioni di un orso polare nello zoo di Belgrado, in Serbia.

Il filmato è stato pubblicato dal gruppo animalista Orpak Kruševac su youtube e mostra il povero esemplare magro sfinito, con la pelliccia bianca macchiata di marrone, come se fosse sporcata dalle feci dello stesso orso che a malapena riesce ad alzarsi sulle zampe posteriori.

Secondo Adam Roberts, direttore dell’organizzazione Born Free USA, l’orso polare potrebbe aver subito un infortunio o potrebbe soffrire di un’atrofia muscolare: “Probabilmente prova un po ‘di dolore quando cerca di alzarsi, di camminare o di sdraiarsi”.

Secondo le indiscrezioni, nello zoo ci sarebbero altri animali in simili condizioni.