Home Non solo Cani e Gatti Ore di apprensione per una balena incastrata tra due barche – VIDEO

Ore di apprensione per una balena incastrata tra due barche – VIDEO

CONDIVIDI
(screenshot Youtube)

Allarme in queste ore nel porto di Ventura, in California, dove una balena lunga oltre 10 metri si è trovata intrappolata tra due barche. Diversi turisti, stupiti dal fatto di essersi ritrovati davanti il grosso cetaceo, avvicinatosi pericolosamente nella zona,  stanno aiutando gli uomini della Guardia costiera a liberarlo. L’obiettivo è stato quello di riportarlo in mare aperto, anche se nell’immediato la preoccupazione principale riguardava le condizioni fisiche della balena, che si era ferita con l’elica di una delle imbarcazioni e secondo quanto si era appreso dai soccorritori giunti sul posto, era in serio pericolo di vita.

Secondo i funzionari della Guardia Costiera degli Stati Uniti, la balena ha trovato la sua via di uscita verso il mare aperto dopo ore di tentativi falliti da parte del Ventura Harbor Patrol e del personale del National Park Service, che avevano utilizzato senza alcun successo suoni artificiali emessi sotto acqua e altri espedienti simili. Secondo un esperto, la balena avrebbe perso l’orientamento dopo essersi ritrovata in mezzo alle imbarcazioni e sarebbe andata in confusione, poi col fare della notte la situazione sarebbe stata più calma e in autonomia sarebbe riuscita a trovare la via d’uscita.

Non è raro trovarsi di fronte a cetacei in difficoltà: qualche mese fa, oltre trecento balene sono state trovate spiaggiate in Nuova Zelanda, sulla spiaggia di Golden Bay, a Farewell Spit, vicino a Nelson. Centinaia di residenti durante la notte si sono precipitati sul litorale per aiutare le balene incagliate sui bassi fondali sabbiosi a riprendere il largo. Si era così formata una catena umana in acqua con l’obiettivo di tenere lontano dalla rive gli esemplari disincagliati e che tendevano a riavvicinarsi nella parte meno profonda. Si trattò di un evento raro ma non unico: secondo una Dipartimento per la conservazione della fauna neozelandese, nell’arco del Novecento si sono registrati altri due simili spiaggiamenti, uno di 450 esemplari in Auckland nel 1985 e un altro di circa mille balene ae Chatham Islands nel 1918.

Il video dei soccorsi