Home Non solo Cani e Gatti Una decina di balene spiaggiate in Indonesia: commovente catena di solidarietà per...

Una decina di balene spiaggiate in Indonesia: commovente catena di solidarietà per salvarle

CONDIVIDI

Uno spiaggiamento impressionate di una decina di balene della specie del capodoglio, lungo la costa di Aceh, sulla spiaggia di Ujung Kareng Beach, nella parte nordorienale dell’Indonesia.

Le autorità locali, in collaborazione con il WWF Indonesia e il gruppo di volontari Whale Stranding Indonesia sono intervenuti sul posto per poter salvare gli esemplari. Lo stesso governo ha inviato il personale della Marina militare esperto per aiutare le persone approdate sulla spiaggia che hanno formato una straordinaria catena di solidarietà.

Secondo quanto ha ricordato Heidi Pearson, professore presso l’Università dell’Alaska Sudest, interpellato dal National Geographic, una balena spiaggiata non può sopravvivere più di un giorno fuori dall’acqua in quelle condizioni e iniziano a soffrire di disidratazione e di colpi di sole e scottature della pelle. Ecco perché i soccorsi devono essere rapidi e si rivela difficile spostare un mammifero marino di 40 tonnellate intrappolato nelle acque basse.

Nell’arco di diverse ore, a fine giornata, i militari e i volontari sono riusciti a far riprendere il largo a cinque balene. al mattino preso altre due balene sono state salvate, mentre quattro esemplari risultano deceduti.

Le operazioni di salvataggio sono state documentate grazie a delle riprese suggestive effettuate con un drone e condivise dai giornali di tutto il mondo.

Al momento, i funzionari del ministero dell’ambiente non hanno idea su che cosa abbia provocato questo spiaggiamento. Saranno pertanto effettuate delle autopsie sulle carcasse per capire la causa del decesso. A volte, sottolineano gli esperti capita che ci sia uno spiaggiamento perché alcuni esemplari sono malati, in altri casi, perché le balene perdono il senso di orientamento. Potrebbe anche accadere che a causa dell’inquinamento acustico e sonoro, le balene siano disorientate come ad esempio se subiscono interferenze di sonar o il rumore delle grandi navi.

Per gli esemplari sopravvissuti, il WWF ha reso noto in un comunicato di continuare a monitorarli con il drone per assicurarsi che restino al sicuro nelle acque più profonde.

Spiaggiamenti simili non sono frequenti in Indonesia, anche se l’arcipelago accoglie oltre 17mile isolotti. Tuttavia, a Java nel 2016, 29 capodoglio sono finiti spiaggiati.

Il capodoglio si rivela una specie a rischio. Infatti, come riporta la BBC, secondo i dati del ministero della fauna selvatica degli Stati Uniti, la specie è stata sterminata dalla caccia alle balene e la popolazione mondiale dei capodogli è passata ad 1 milione a 360mila esemplari.

C.D