Home Non solo Cani e Gatti Vicenza, falcia il prato e si ritrova davanti pitone di 8 metri

Vicenza, falcia il prato e si ritrova davanti pitone di 8 metri

CONDIVIDI

Se l’è vista davvero brutta un uomo a Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza. Questa persona, di professione giardiniere, stava compiendo normalmente il proprio lavoro come sempre quando all’improvviso si è ritrovato davanti agli occhi un gigantesco serpente. Si è trattato nello specifico di un mostruoso pitone di ben 8 metri di lunghezza. L’uomo, Paolo Visonà, stava falciando il prato per poi imbattersi nell’enorme rettile. Sulle prime aveva notato qualcosa muoversi tra l’erba alta, e dando un’occhiata si è poi accorto di cosa aveva davanti. Visonà ha descritto il pitone come “gigantesco, di colore verde chiaro con striature e dal diametro paragonabile a quello di un fondo di bottiglia”, secondo quanto dichiarato ad un giornalista de ‘Il Giornale di Vicenza’.

L’animale non è rimasto lì ed anzi è fuggito via, indirizzandosi verso un vicino corso d’acqua. Visonà ha anche ammesso di essere salito sul proprio trattore per provare a schiacciare il pitone, visto che ne andava della sua stessa incolumità, ma non è riuscito nell’intento, per fortuna del serpente, e ha così avvisato immediatamente le forze dell’ordine. I primi a ricevere la sua chiamata sono stati gli agenti della Polizia Provinciale, i quali hanno organizzato immediatamente una battuta di ricerca dell’animale, finora però senza alcun risultato. I pitoni tendenzialmente non attaccano gli umani e sono caratterizzati da una eccessiva lentezza, anche se non bisogna sottovalutare affatto gli esemplari che raggiungono una simile stazza.

In questo caso il rettile ha potuto beneficiare di particolari condizioni ambientali che hanno fatto si che si potesse inoltrare in pieno centro abitato. Nei giorni scorsi i residenti di Montegalda, sempre in provincia di Vicenza, avevano segnalato un vera e proprio invasione di bisce negli spazi verdi aperti al pubblico, mentre a Grosseto le autorità hanno dovuto dare la caccia a due frustoni: entrambe le specie non sono pericolose per l’uomo ma la loro presenza in ambiente urbano ha creato come ovvio che sia forte preoccupazione nei cittadini.