Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare le susine: cosa è importante sapere

Il cane può mangiare le susine: cosa è importante sapere

Il cane può mangiare le susine, frutta tipica di questa stagione o si tratta di un cibo pericoloso per lui? Vediamo se sono di più i benefici o i rischi per la salute di fido.

Il cane può mangiare le susine
(Foto Unsplash)

L’amico a quattro zampe è sempre incuriosito dal cibo che mangia il suo padrone. Quando si è seduti a tavola per un pasto, il suo nasino è lì pronto a conoscere nuovi odori e fido farebbe di tutto per un assaggio. Ma non tutto ciò che mangiamo può essergli offerto. Vediamo, ad esempio, se il cane può mangiare le susine oppure si tratta di un frutto dannoso per la sua salute.

Il cane può mangiare le susine?

Tra la varietà di frutta esistente, ci sono alcuni che possono essere offerti anche a fido, ma di cui è necessario controllare aspetto e dosi. Cosa accade se il peloso mangia le susine? Vediamo meglio qui di seguito.d

Albero di susine
(Foto Pixabay)

Quando si parla dell’alimentazione del cane occorre essere molto seri, perché da essa non dipende soltanto la sua nutrizione quotidiana ma il mantenimento della sua salute generale.

Fido è molto insistente mentre si è a tavola a gustare una pietanza o dei cibi nuovi e particolari che non ha ancora assaggiato. Ma è proprio in quel momento che dobbiamo essere attenti e informarci sugli effetti di quel determinato alimento.

Goloso e sempre curioso di provare tutti gli alimenti presenti in cucina, al peloso domestico non sfugge certo la frutta, categoria per nulla disprezzata da lui.

La frutta, infatti, può essere offerta come valido e nutriente snack a bau, o come premio dopo che si è comportato bene.

Il pericolo del nocciolo

In questo periodo molto caldo si fa più consumo di susine, rigeneranti e ricche di potassio.

Oltre a ciò, le susine sono molto diuretiche e preziose per stimolare e decongestionare il fegato. Ma anche il cane può mangiare le susine oppure conviene evitare?

Innanzitutto, va detto che la susina è un frutto particolare e più pericoloso, in quanto al suo interno è presente il nocciolo, che a sua volta contiene il seme.

In pratica, non è il frutto ad essere velenosa la polpa per fido, ma il nocciolo, e questo accade anche per altri frutti diffusi, quali mele, albicocche, pere, pesche e ciliegie.

La sostanza presente nel seme delle susine, chiamata amigdalina, può essere altamente tossica se ingerita dall’animale, perché una volta nell’intestino i batteri la modificano in cianuro, letale per il cane.

Inoltre, il canale digerente di fido verrebbe ostruito dal nocciolo, che rischia di rompersi al suo interno e provocare serie conseguenze al peloso.

Una volta ostruite le vie digerenti, diverrà difficile il transito di cibo nell’apparato digerente. A questo punto, fido smetterà di mangiare e non defecherà per qualche giorno.

Potrebbe interessarti anche: Il cane può mangiare il corbezzolo: cosa è importante sapere

Fido e la frutta: quale è adatta a lui

Anche se la frutta non deve essere per forza inclusa nella sua dieta, può essere utile e apportare benefici all’organismo di fido. Pertanto, vediamo quali sono i frutti adatti a lui e i consigli su come proporli insieme ai suoi pasti quotidiani.

Fido mangia la frutta
(Foto Pexels)

Il nostro amico a quattro zampe deve cibarsi e arricchirsi, ogni giorno, di tutte quelle sostanze nutritive necessarie per avere la giusta energia e il sostegno per affrontare la giornata.

Oltre alle proteine di carne e pesce, alle fibre della verdura, ai carboidrati sani e ai grassi essenziali per sopravvivere, fido può ricevere una buona integrazione dal consumo di frutta.

C’è tanta scelta nel mondo infinito della frutta per il caro peloso, basta prendere le giuste precauzioni ed accorgimenti quando sta per essere mangiata.

Si consiglia di consultare prima il veterinario di fiducia sull’assunzione di un frutto specifico da parte di bau, per evitare problemi o incidenti spiacevoli per la sua salute.

I frutti sicuri che il cane può mangiare sono molto comuni e presenti un po’ dappertutto. Parliamo di banana, anguria, mango, melone, kiwi, ananas, fragole, pesche e albicocche.

Ma per gli ultimi due, come abbiamo già accennato, occorre fare molta attenzione al nocciolo prima di offrirlo al cane.

La dieta di fido può essere destabilizzata dall’assunzione di un nuovo alimento, in questo caso un frutto, perciò si consiglia di dare un solo tipo di frutta per volta e soltanto 1 o 2 piccole porzioni al giorno.