Home Cani Bambini: i giochi che possono fare con i loro cani

Bambini: i giochi che possono fare con i loro cani

CONDIVIDI

GIOCHI DIVERTENTI TRA BAMBINI E CANI

@Getty images

PERCORSO AD OSTACOLI
Un gioco divertente che si può fare in giardino: creare un piccolo percorso ad ostacoli che il cane dovrà saltare o girargli attorno. Il bambino potrà invitare il cane a fare il percorso in un ordine specifico, incitandolo a seguirlo magari con un bastone, una palla o un frisbee in mano e d’estate una piccola piscina dove finire l’itinerario.

TROVARE BOCCONCINI GOLOSI

Si tratta di un gioco con il quale s’insegna al cane a restare seduto e fermo in un punto. Dopodiché si potrà andare a nascondere dei bocconcini goloso in diversi punti e infine dare il via al cane che dovrà andarli a cercare.
Inizialmente, il bambino potrà utilizzare un solo biscottino goloso e poi mano a mano che il cane impara il gioco, aggiungere altri punti nascosti.

CACCIA AL TESORO

La caccia al tesoro è un gioco con il quale si stimola l’intelligenza del cane e gli altri suoi sensi come l’olfatto. Anche in questo caso si ordina all’animale di restare seduto mentre si va a nascondere il suo gioco preferito. Dopodiché potrà essere dato l’ordine al cane di andare a cercarlo. Ovviamente, se il cane riesce nell’impresa è sempre meglio dargli una piccola ricompensa!
Se il cane impara questo gioco, il padrone/bambino potrà sbizzarrirsi e nascondere l’oggetto anche in altre stanze o utilizzare diverse scatole tra le quali il cane dovrà individuare quella che contiene il suo gioco.

NASCONDINO

Si tratta di un gioco simpaticissimo e ideale per far divertire sia i cani che i bambini. Per insegnare il gioco al cane, durante la passeggiata il padrone dovrà nascondersi e richiamare il cane che dovrà essere gratificato quando ritrova il padrone. In casa, il gioco potrà essere reso più difficile, nascondendosi dietro ad un divano, la porta di una camera o di un armadio e chiamare il cane. Se l’animale non riesce velocemente a trovare il padrone è bene richiamarlo anche più di una volta per incitarlo.