Home Cani Bulldog francese: un “bulletto” da compagnia

Bulldog francese: un “bulletto” da compagnia

CONDIVIDI

La sua storia è piuttosto misteriosa: i Francesi dichiarano che si tratta di un cane autoctono, mentre gli Inglesi sostengono che derivi dal Bulldog. È probabile che l’influsso del Bulldog ci sia effettivamente stato, ma è indubbio che la selezione e la fissazione della razza siano avvenute in Francia.

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE:

È un piccolo, dolce e simpaticissimo molossoide di taglia “mignon”, perfetto per chi ama questa tipologia di cane ma non può tenerne uno grande. Nonostante la piccola taglia ha un corpo possente, muscoloso, raccolto, di grande ossatura. La testa è molto forte, larga e squadrata: la pelle forma rughe e pieghe quasi simmetriche. Il cranio è largo, quasi piatto, con fronte convessa; stop molto accentuato; canna nasale corta e larga, naso molto corto e rincagnato. Gli occhi sono grandi, rotondi e scuri. Le orecchie attaccate alte e portate dritte. Gli arti devono essere bene in appiombo: quelli posteriori leggermente più lunghi degli anteriori, in modo che la groppa risulti un po’ elevata. La coda è corta, attaccata bassa, ritorta o naturalmente tronca, affilata all’estremità. Pelo: corto. Colore: a seconda della varietà, bringee, ovvero tigrato (misto di peli neri e rossi non troppo scuri; è ammesso un po’ di bianco alla testa e al petto); oppure bianco e bringee (fondo bianco con macchie tigrate). Taglia: lo standard richiede soltanto un peso non inferiore agli 8 kg e non superiore ai 14 kg.

CARATTERE E ATTITUDINI:

È esclusivamente un cane da compagnia. Nonostante l’aspetto da “feroce molosso” ha un carattere allegrissimo: pieno di gioia di vivere, sempre pronto a giocare e di indole molto dolce, ama i bambini, di cui è un instancabile compagno di giochi, ma è adatto anche agli anziani perché non ha bisogno di molto moto. Anche da anziano resta un giocherellone e gli piace fare il “pagliaccio”, ma se è il caso è capace di trasformarsi in un cane tranquillo, riservato e pacato. Adora il padrone e ha bisogno di stare il più possibile con lui. All’occorrenza può essere un guardiano molto vigile.

SALUTE E CONSIGLI:

Come tutti i cani a muso molto corto può avere problemi di respirazione. Soffre molto il caldo e non bisogna assolutamente lasciarlo al sole per troppo tempo (specie in macchina) perché potrebbe stare molto male. Le femmine hanno difficoltà a partorire naturalmente: quasi sempre si effettua il taglio cesareo, che comunque non induce quasi mai complicazioni perché le cagnine sono molto robuste. Gli occhi vanno tenuti sempre ben puliti. Sempre e solo in casa. È un cane da appartamento ideale perché ha il pelo raso, sbava pochissimo, non è un abbaiatore folle e si adatta alle circostanze (gioco sfrenato o tranquillità assoluta) con grande intelligenza e intuito. È sensibilissimo agli umori del padrone. Ciò che è stato detto a proposito della salute non deve far pensare che sia un cane esageratamente delicato: basta tenerlo nel modo giusto facendo un po’ di attenzione ai suoi “talloni di Achille”, e vivrà a lungo in splendida forma.