Home Cani I cani copiano le espressioni altrui: lo dice la scienza

I cani copiano le espressioni altrui: lo dice la scienza

Uno studio italiano ha svelato che per capire e manifestare le emozioni i cani copiano le espressioni altrui: ecco cosa sapere.

Cane sorride
(Foto Pixabay)

L’empatia, ovvero la capacità di mettersi nei panni dell’altro, sembra non essere una facoltà ad esclusivo appannaggio della nostra specie. Un interessante studio, infatti, ha svelato che i cani copiano le espressioni altrui: scopriamo il motivo per cui lo fanno e cosa ha a che fare con le emozioni.

I cani copiano le espressioni altrui: perché lo fanno e come

Gli esseri umani sono dotati di una particolare tipologia di neuroni, scoperta solo di recente dal neuroscienziato italiano Giacomo Rizzolatti.

cane maltipoo incrocio maltese e barboncino
Un cane felice (Foto Pixabay)

Si tratta dei neuroni specchio, che si trovano in corrispondenza delle aree cerebrali deputate al movimento e risultano fondamentali per la socialità, l’apprendimento e l’empatia.

Cosa li rende tanto speciali? Come si intuisce dal nome, questi neuroni si attivano quando vediamo qualcuno assumere una determinata azione facciale, e ci spingono inconsciamente ad assumerla a nostra volta, imitando chi abbiamo di fronte.

Questo ci permette di sentire intimamente ciò che gli altri provano. Incredibile ma vero, una ricerca ha scoperto che anche i cani imitano le espressioni altrui con lo scopo di veicolare emozioni tra i membri della loro specie.

A sostenerlo sono gli scienziati dell’Università di Pisa, che in collaborazione con il Natural History Museum di Londra hanno svelato che Fido è in grado di copiare in maniera istantanea e involontaria gesti ed espressioni di un altro quattro zampe, riuscendo a riconoscerne lo stato d’animo.

Potrebbe interessarti anche: Ai cani interessa ciò che pensiamo? Scopriamolo insieme

L’affascinante esito dell’esperimento

I cani hanno un’incredibile capacità di comprendere non solo quello che prova l’essere umano, ma anche i sentimenti dei loro simili.

Esemplare canino nel verde
(Foto Pixabay)

Questa sbalorditiva facoltà potrebbe essere frutto del processo di domesticazione a cui sono stati sottoposti.

Nel corso dell’esperimento, i ricercatori hanno analizzato 50 ore di filmati in cui sono stati ripresi dei cani interagire tra loro in un parco di Palermo.

In particolare, gli studiosi si sono soffermati su movimenti del corpo indicanti il gioco e il divertimento, come chinarsi sulle zampe anteriori o rilassare la mascella.

Potrebbe interessarti anche: I cani capiscono l’intonazione e il significato delle nostre parole: lo studio

Esaminando i video, è venuto fuori che questi quattro zampe sono in grado di riprodurre gli stessi movimenti e le stesse espressioni del muso di chi hanno di fronte, in appena una frazione di secondo.

La funzione di questa particolare tipologia di imitazione è affascinante: permette a Fido di fare amicizia e di consolidare i legami, stimolando emozioni positive.

Il prossimo passo della scienza è scoprire se si tratta di una capacità innata, che detengono anche i lupi, o se è stata appresa dai cani durante il loro millenario contatto con l’essere umano.