Home Cani Il chinese crested dog: un cane assai bizzarro

Il chinese crested dog: un cane assai bizzarro

CONDIVIDI

Le sue origini sono antichissime: si ha notizia di cani nudi in Cina almeno dodici secoli prima di Cristo. La mancanza di pelo è dovuta a una mutazione
spontanea apparsa sia in Cina sia in altri paesi come Messico e Perù. Oggi il Crested dog è praticamente sconosciuto in Cina, mentre è ben allevato e abbastanza diffuso in Europa (in particolare in Gran Bretagna, alla quale è stata coattribuita la paternità) e negli Stati Uniti.

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE:

È uno dei cani più strani e curiosi del mondo. Piccolo, reattivo, ben costruito, agile, può presentarsi in due diversi tipi in entrambe le varietà: il tipo “daino”, elegante e dall’ossatura fine, e il tipo “pony”, dall’ossatura più pesante. La testa è liscia, senza rughe, con guance ben cesellate, stop leggermente pronunciato ma non eccessivo. Gli occhi devono essere scurissimi, quasi neri. Le orecchie sono grandi ed erette con o senza frangia, tranne che nella varietà con pelo, in cui sono ammesse le orecchie pendenti. Gli arti sono lunghi e diritti. La coda è attaccata e portata alta e presenta un pennacchio lungo e fluente. Pelo: nella varietà senza pelo è presente solo sulla testa, sui calzini e sulla coda; il pelo forma un’abbondante cresta chiamata powder puff (piumino da cipria). Nella varietà con pelo, ancor più rara dell’altra, c’è uno strato di sottopelo rivestito da pelo di copertura lungo e morbidissimo. Colore: sono ammessi tutti. Taglia: maschi 28-33 cm; femmine 23-30 cm.

CARATTERE E ATTITUDINI:

È un cane molto attivo, allegro, vivace e ubbidiente. È un ottimo compagno per i bambini, con cui non si stanca mai di giocare. È piuttosto delicato e teme soprattutto il freddo; se ben tenuto, però, può vivere molto a lungo e in buona salute. Esclusivamente in casa, specie la varietà senza pelo. È una razza tutta da scoprire. Non va considerato solo come uno “scherzo della natura”, ma come un vero cane dal carattere dolcissimo e simpaticissimo, che può dare molto di più del sorriso che nasce spontaneo quando lo si osserva.