Home Cani Insegnare ai bambini come approcciarsi ad un cane

Insegnare ai bambini come approcciarsi ad un cane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:34
CONDIVIDI

Troppe volte abbiamo sentito parlare di aggressioni di cani ai bambini e troppe volte i nostri 4zampe sono stati presi di mira dalla cronaca senza che fossero evidenziati i fattori che portano all’aggressività. Non a caso, in un precedente articolo abbiamo parlato del perché alcuni cani reagiscono in questo modo proprio nei confronti dei bambini,  sottolineando che ci sono determinati comportamenti naturali dell’animale che devono essere rispettati. Ecco perché è fondamentale conoscere non solo l’animale, ma anche il suo linguaggio e la sua comunicazione, per cui i proprietari di un cane dovrebbero essere formati. Al di là del fatto che vi siano delle razze più adatte ai bambini, i genitori devono essere d’esempio e insegnare ai figli il comportamento adeguato da prendere nei confronti del cane. Si tratta di educare non solo l’animale ma se stessi, imparando a rispettare l’animale, a non spaventare i bambini che non devono aver paura dei cani.

Ecco allora un riassunto di determinati comportamenti da insegnare ai bambini

 APPROCCIO

 Tra le prime regole vi è senz’altro quella di capire il modo con il quale ci s’avvicina ad un cane. I bambini devono imparare che al momento dell’interazione con l’animale deve essere sempre presente un adulto che dia il permesso. Il bambino deve imparare a parlare con il genitore al quale dovrà rivolgersi nel caso in cui desidera approcciarsi ad un animale. Anche se vi sono dei proprietari coscienziosi che conoscono perfettamente il loro cane, a volte è difficile contenere l’invadenza  di un bambino attratto dal cane, tanto più  in un luogo pubblico dove il padrone deve avere mille accortezze. Il bambino potrebbe spuntare da qualsiasi parte e cercare di toccare il cane  senza che il proprietario se ne accorga e faccia in tempo a tenerlo a distanza. In tal seno, i  genitori dovranno insegnare ai bambini a rispettare le distanze e soprattutto a non rivolgersi ad estranei.

 CANI LEGATI

 Un’altra situazione tipica che può rivelarsi pericolosa è quella di quando il bambino si avvicina ad un cane legato o chiuso da qualche parte. Si tratta di una situazione ancor più pericolosa del solito in quanto in quel modo i cani sono più propensi a mordere perché si sentono “bloccati” e tendono a difendere il loro territorio. Ad esempio, vi sono molti bambini che si avvicinano alle cancellate e infilano le mani tra le reti per toccare il cane che potrebbe morderli.

 CANI RANDAGI

 In alcuni quartieri è più frequente avere a che fare con dei cani che circolano liberi che possono essere di qualcuno o randagi. Il bambino attratto dagli animali sarà naturalmente tentato ad avvicinarsi a quel cane. Tuttavia, i genitori devono insegnargli che in quel caso, il cane può essere smarrito o in difficoltà per cui è sempre meglio chiedere l’aiuto di un adulto.

COMPORTAMENTO

 Ci sono alcuni comportamenti che i bambini devono imparare ad assumere nei confronti dei cani:
– Evitare di strillare in presenza dell’animale che potrebbe spaventarsi e diventare aggressivo. Il cane ama un tono di voce basso e rilassato.

– Imparare a conoscere i segnali del cane. Quando ad esempio non vuole più giocare potrebbe diventare nervoso e tenderà ad andarsene, a mettere le orecchie all’indietro, nascondere la coda tra le gambe, a leccarsi le labbra in modo ossessivo o a ringhiare e mostrare i denti.