Home Cani La profonda amicizia tra cani: un legame sentimentale

La profonda amicizia tra cani: un legame sentimentale

CONDIVIDI
@Getty images

Molti comportamenti dei nostri amati compagni a 4zampe ci affascinano. Sicuramente, l’amicizia tra cani è qualcosa che colpisce e rapisce i sentimenti, soprattutto alla luce di molte vicende con al centro pelosi protagonisti di straordinarie storie di fedeltà. Da un punto di vista degli studi sul comportamento dei cani e la complessità della loro struttura sociale negli ultimi anni sono stati scoperti nuovi elementi sull’amicizia tra cani che superano i luoghi comuni del rapporto “dominazione/sottomissione”. Chi vive al contatto con la specie avrà sicuramente avuto modo di scoprire l’interazione del proprio cane con altri simili: le antipatie e simpatie, il gioco di dominazione o più semplicemente l’amicizia tra due esemplari che magari non vedono l’ora d’incontrarsi al parco.

Sul tema dell‘amicizia tra cani è stato condotto un interessante studio intitolato “Affiliation, dominance and friendship among companion dogs”, ad opera di un gruppo di ricercatori della University of Michigan negli Stati Uniti. E’ emerso che i nostri compagni a 4zampe sono in grado di creare un legame profondo, intenso che va oltre al desiderio primario della cooperazione nel branco. Un legame sentimentale che al pari dell’uomo potrebbe essere considerato “spirituale”.

Originariamente, negli antenati del cane, ovvero i lupi, il legame di amicizia rafforzava l’unione nel branco, mirata alla sua armonia e sopravvivenza.

CINQUE TIPI DI RELAZIONI TRA CANI

I ricercatori hanno osservato per diversi anni il comportamento di un gruppo di cani, arrivando a stabilire ben cinque tipi di relazioni fondamentali: la dominazione formale, la relazione egualitaria, la relazione agonistica, la non interazione e l’impossibilità a stabile relazioni.

Non sono state evidenziate particolari differenza nelle relazioni tra sessi diversi, se non che ci sono maggiormente relazioni di dominazione tra cani maschi e relazioni agonistiche tra esemplari femmine.

Il legame di amicizia si viene a creare anche tra cani di diverse dimensioni e di età. Spesso, la relazione con il cane anziano, che si basa inizialmente sulla gerarchia, si trasforma in un bel legame con l’esemplare più giovane, sottolineano i ricercatori.

Da un punto di vista della complessità della struttura sociale, è stato anche notato un tipo di flessibilità nelle relazioni per cui i ricercatori hanno affermato che i cani preferiscono relazioni pacifiche e armoniose, evitando i conflitti laddove non c’è motivo di competere come ad esempio il cibo o una femmina. Non a caso, prima di aggredire, i nostri compagni a 4zampe lanciano sempre dei segnali, in modo da evitare la lite. Nel caso di una lite, i cani tendono a “riconciliarsi” oppure a rompere il legame di amicizia.

INTERAZIONI GENTILI TRA CANI

Per quanto riguarda i legami di amicizia, i ricercatori hanno evidenziato che i cani tendono a prediligere la relazione con un esemplare specifico e sono stati pertanto individuati alcuni segnali e comportamenti definiti “interazioni gentili” che si possono osservare durante il gioco e che indicano il legame di amicizia:

– dare colpetti con la punta del naso sulla bocca, la testa o il corpo dell’altro cane
– leccare l’altro cane sul corpo, evitando il muso e la parte dietro.
– leccare il sedere dell’altro cane
– fare un giro su se stessi e strusciare fianco a fianco
-mordicchiare il pelo dell’altro cane

ORMONE OSSITOCINA E BENEFICI DI UN’AMICIZIA TRA CANI

Infine, gli studiosi hanno evidenziato che negli esemplari amici vi è un aumento dell’ormone ossitocina, ovvero l’ormone che viene associato alle emozioni positive e ai legami sociali detto “l’ormone dell’amore” che anche nelle persone aumenta ad esempio nella relazione tra un genitore e il proprio figlio. Non a caso, lo scorso anno, una ricerca aveva anche dimostrato quanto il legame tra un cane e il padrone aumenti con il contatto visivo. Ovvero, i ricercatori avevano evidenziato che maggior è il contatto visivo del cane con il padrone, maggiore è la produzione di ossitocina.
In conclusione, i ricercatori hanno individuato un aumento dell’ossitocina che provoca ai cani una migliore qualità di vita. I cani sono più rilassati, riescono a sopportare meglio le relazioni sociali e tendono anche ad essere più longevi.