Home Cani Lo Spinone Italiano: un cane vigoroso

Lo Spinone Italiano: un cane vigoroso

CONDIVIDI

Lo spinone italiano è un cane da caccia iscritto alla FCI nella sezione 1 gruppo 7 cani da ferma continentali. Ha due varietà di colore: la bianca-arancio e la roano-marrone. La sua origine è antichissima: deriva dai cani da ferma a pelo ruvido portati in Italia dai commercianti greci ed etruschi all’epoca romana. Questi cani vennero incrociati con il Molosso bianco già esistente in Italia. Cani da ferma a pelo duro sono descritti da Senofonte, Seneca, Aristotele e altri, a partire da 2000 anni prima di Cristo.

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE:

È un cane solido e vigoroso, con ossatura forte e muscoli ben sviluppati; costruzione tendente al quadrato. Gli occhi sono grandi, ben aperti, espressivi: di colore giallo nella varietà bianco-arancio, ocra in quella roano-marrone. Le orecchie sono triangolari, con punta leggermente arrotondata, ricadenti con il margine anteriore aderente alla guancia. Gli arti sono solidi e bene in appiombo. La coda viene amputata a circa 1225 cm dall’attaccatura: è portata orizzontale o bassa. Pelo: duro, fitto, leggermente increspato,
aderente al corpo. È lungo circa 46 cm, leggermente di più su arcate sopraccigliari, guance e intorno alla bocca. Colore: a seconda della varietà, bianco-arancio oppure roano-marrone. Taglia: maschi 60-70 cm; femmine 58-65 cm.

CARATTERE E ATTITUDINI:

Docile, paziente, molto socievole, intelligente e coraggioso, è uno dei migliori cani da compagnia (ottimo anche per i bambini), di una dolcezza incredibile: i suoi occhi hanno un’espressione quasi umana. Come cane da ferma è capace di lavorare su qualsiasi terreno e in qualunque stagione. È anche un ottimo retriver e un provetto nuotatore; resistentissimo alla fatica, entra con la stessa disinvoltura in acqua fonda e fredda e nei roveti.

SALUTE E CONSIGLI:

È un cane estremamente rustico e molto robusto. Può vivere in casa come in giardino: ha comunque bisogno di molto moto. In Italia non è diffuso come dovrebbe soprattutto perché gli vengono preferite razze più veloci e di maggior potenza olfattiva.