Home Cani Il Pinscher: un concentrato di vitalità

Il Pinscher: un concentrato di vitalità

CONDIVIDI

pincherIl pinscher tedesco è una razza canina di origine tedesca riconosciuta dalla FCI Gruppo 2, Sezione 1. I cani di tipo Pinscher hanno origini preistoriche, come testimoniano i reperti archeologici risalenti ai tempi delle palafitte. Il Pinscher nano ha invece una storia recente: è stato creato in Germania nella seconda metà del secolo scorso. Nel 1895 in Germania venne redatto lo standard e venne fondato il primo Pinscher Klub.

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE: Le due razze di Pinscher si differenziano per la taglia (media per la razza FCI n. 184, oppure nana per la razza FCI n. 185, Zwergpinscher) e sono entrambe suddivise nelle medesime varietà di colore. Sono cani mediolinei, dal profilo netto e dalle linee armoniose, ben proporzionati nell’insieme. Il medio deve ricordare un Dobermann in miniatura.Anche la razza nana comunque non deve mai presentare segni di nanismo (come occhi sporgenti, occipite molto rilevato ecc.). La costruzione del tronco deve stare il più possibile nel quadrato. La testa è robusta e allungata, con canna nasale rettilinea e stop leggero ma ben percettibile. Gli occhi sono scuri, di media grandezza, ovali. Le orecchie, attaccate alte, possono ricadere a forma di “V” ripiegata o essere naturalmente erette; se amputate vengono portate erette. Alcuni Zwergpinscher portano erette anche le orecchie non tagliate. Gli arti sono diritti, in perfetto appiombo. La coda è inserita alta, rialzata: dove il taglio non è proibito viene tradizionalmente mozzata alla terza vertebra. Pelo: corto, raso in entrambe le razze. Colore: due varietà in entrambe le razze: da rosso-marrone a rosso-cervo; nero con macchie rosso-marrone. Taglia: Pinscher (medio) 43-48 cm; Zwergpinscher 25-30 cm.

pinscherCARATTERE E ATTITUDINI: Sono cani dal grandissimo carattere. La razza media può trovare applicazione nel lavoro di guardia, mentre lo Zwerg, per ovvi motivi di taglia, può essere solo un cane da compagnia. Anche il “piccoletto”, comunque, è tutto pepe: non sta fermo un secondo, abbaia con vera “ferocia” se pensa che ci sia un pericolo, gioca come un pazzo con grandi e piccini, è in pratica un piccolo folletto scatenato e divertentissimo, ma capace anche di capire quando deve mettersi tranquillo e non disturbare la pace familiare. Il Pinscher medio, anche caratterialmente, è un piccolo Dobermann: quindi molto dolce in famiglia, sensibilissimo e molto diffidente verso gli estranei. La razza media è molto meno diffusa della nana, ma andrebbe riscoperta perché ha grande doti caratteriali: esse emergono però solo se si sa usare il classico “pugno di ferro in guanto di velluto”, altrimenti risulta piuttosto testardo (come tutti i cani molto dominanti).

SALUTE E CONSIGLI:
Non sono cani molto robusti, Temono solo un po’ il freddo e l’umidità. sarebbe consigliato tenerli In casa nonostante amino stare all’aperto e correre come matti. Non amano molto gli altri cani, ma se crescono con un altro cucciolo può nascere una grande amicizia… e anche una grande “associazione ad abbaiare”: se un Pinscher solo, salvo casi di pericolo è abbastanza silenzioso, una coppia o un gruppo di cani diventano decisamente rumorosi.