Home Cani Razze di cani Bloodhound

Bloodhound

CARATTERE

Il Bloodhound è uno degli animali più dolci del mondo. Il suo nome significa “purosangue” e questo nome gli è stato dato in segno di rispetto per questa splendida razza. È piuttosto timido e riservato con gli estranei, dolce e affettuosissimo con il padrone e le persone di famiglia. Ha una pazienza pressoché infinita con i bambini e non abbaia praticamente mai.

CARATTERISTICHE

Tipo d’impiego: Segugio di “grande vénerie” – Taglia: gigante – Vita Media: 10-12 anni – Altezza: Maschio 66-69 cm Femmina 58-64 cm – Peso: Maschio 46-54 kg Femmina 40-48 kg.

ASPETTO GENERALE

Cane molto pesante, massiccio, dalla forte muscolatura, imponente, dall’andatura lenta. Le sue linee sono armoniose. L’espressione è di grandezza e maestà. Le pieghe sono una caratteristica della razza che danno un’idea di dolcezza.

TESTA E COLLO

La testa è grande in tutte le sue dimensioni, meno che in larghezza; la pelle sulla fronte e sulle guance profondamente rugosa. Labbra abbondanti e pendenti. Gli occhi sono bruno nocciola scuro; la palpebra inferiore è molto cascante. Le orecchie sono assai lunghe, attaccate molto basse e pendenti in avanti. Il collo è lungo, con giogaia molto sviluppata.

TRONCO E CODA

Il dorso è largo, dritto e forte; il ventre leggermente retratto. La linea superiore ed inferiore quasi parallele. Groppa molto muscolosa e torace di forma ovale. Cassa toracica lunga. La coda è lunga, si assottiglia verso l’estremità e viene portata in una curva elegante.

ARTI

Gli arti sono diritti, muscolosi, di buona ossatura. Gli anteriori corrono paralleli. I posteriori hanno una coscia lunga muscolosa. I piedi sono compatti e solidi, dita arcuate e chiuse. Cuscinetti sono spessi.

PELO

Pelo corto e abbastanza duro sul corpo, setoso sulle orecchie e sul cranio. Sulla coda il pelo si allunga un po’.

MANTELLO

Colore di due varietà: – nerofocato – unicolore fuoco Il nero sul dorso spesso forma un sorta di gualdrappa.

CENNI STORICI

Una razza antichissima: Senofonte ne parla già nel 550 a.C. ma pare che le sue origini vadano ricercate ancor più indietro nel tempo. La forma più antica si sviluppò in Inghilterra, e da lì passò in Francia e poi in Belgio, paese che è stato riconosciuto dalla FCI come patria della razza, anche se si trovano molti più Bloodhound negli Stati Uniti e in altri paesi, dove è impiegato come cane di polizia per il ritrovamento di persone. In America il suo fiuto è talmente considerato che per molti anni l’identificazione di un criminale fatta da un Bloodhound è stata accettata come prova in tribunale, a differenza di quelle effettuate da altre razze.

STILE DI VITA

E’ un cane attivo che si adatta ad ogni ambiente. La sua attitudine principale è quella di cane da pista, ma può essere anche ottimo per la compagnia. In appartamento deve essere portato spesso in passeggiata per evitare anche il rischio di obesità.

PATOLOGIE

Bisogna fare attenzione agli occhi, che tendono a irritarsi. Un cane robusto. Tra le patologie ricorrenti, displasia dell’anca, obesità e atrofia progressiva della retina.

PADRONE IDEALE

Il padrone deve essere molto attento al cane, dandogli affetto e al quale dedicare molto tempo. Va educato con coerenza fin da cucciolo, in quanto il cane risulta testardo. È sempre molto affettuoso e ben disposto alla socializzazione, è attirato dai bambini con cui va sempre d’accordo.