Home Cani Razze di cani Briquet griffon vendeen: razza, caratteristiche, carattere e salute

Briquet griffon vendeen: razza, caratteristiche, carattere e salute

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego: cane per pista di sangue
  • Taglia: Media
  • Vita Media: 13-15 anni
  • Altezza maschio: 50-55 cm
  • Altezza femmina: 48-53 cm
  • Peso maschio: 21-25 Kg
  • Peso femmina: 21-25 Kg
  • Riconoscimento: ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Il Briquet Griffon Vendeen ha un carattere che spruzza energia e sarà difficile trovargli diverse attività per stimolarlo, pieno di iniziativa ed è molto indipendente. E’ considerato il più coraggioso fra i segugi francesi. Si presenta molto audace, intelligente e dedito al lavoro. Anche se forte non risulta aggressivo finché non gli si presenta una minaccia. Si adatta a vari stili di vita: alla convivenza con la famiglia, ma deve stare spesso negli spazi aperti. Si adatta alla vita con gli altri, ma non è un cane d’appartamento. Il suo habitat ideale è la campagna. Può essere collocato in varie zone poichè è piuttosto resistente al freddo e alle intemperie, ma attenzione al caldo perché è soggetto ai colpi di calore.

ASPETTO GENERALE

Parliamo di una razza di media statura ma proporzionato al punto giusto e ciò gli da l’aspetto di un cane raffinato, nonostante la struttura robusta. Presenta un olfatto utile per la caccia, e una grande abilità nel muoversi tra i cespugli.

briquet griffon cucciolo
briquet griffon cucciolo

TESTA E COLLO

La testa risulta essere leggera con un cranio leggermente bombato, non molto vasto, con uno stop perfettamente pronunciato. Il tartufo grande e di colore nero, con occhi altrettanto scuri. Le orecchie sono come delle piume molto morbide e strette, con attaccatura bassa. Il collo non presenta la giogaia ed è lungo e fine.

TRONCO E CODA

Il dorso presenta una bella linea dritta senza imperfezioni, ma risulta corto, con rene muscoloso e ben compatto. Il torace non è grande ma profondo e arriva al livello dei gomiti. La coda parte grande alla base e si stringe verso la punta, con attaccatura alta e portata a sciabola.

ARTI

Gli arti anteriori sono perpendicolari e paralleli tra loro, con spalle oblique e gomiti bassi aderenti al torace. Gli arti posteriori muscolosi ben sviluppati, hanno coscia altrettanto muscolosa con garretto largo e disceso. I piedi sono con dita curve e unghie solide.

PELO E MANTELLO

Il pelo ricopre tutto il suo piccolo corpo, poichè molto folto e disordinato. Il sottopelo come il pelo, risultano molto fitti. Solo le sopracciglia non devono essere coperte da questo cespuglioso pelo. Il mantello può essere di varie sfumature: color pelo di lepre o bianco grigio, bianco e arancio, bianco e nero, bianco e grigio o bianco e fuoco. Questo è un mantello bicolore, poi abbiamo anche un manto tricolore: bianco con focature nere, bianco con color pelo di lepre e bianco con focature grigie.

PADRONE IDEALE

Questa razza è destinato a proprietari esperti, poiché il suo carattere può essere difficile da gestire. Il padrone ideale deve farsi obbedire, in particolare durante la caccia poiché è pieno di iniziative. Non è adatto per la prima adozione, è un cane testardo e difficile da educare, e non si fa problemi a voltare le spalle se capisce che il suo padrone non è ad un buon livello per addestrarlo. E’ un cane indipendente, quindi non ha difficoltà se resta solo per qualche giorno. Se lo preferito come cane da guardia, non è male poiché non si farà problemi a mostrare i denti se un malintenzionato insiste nel minacciare la casa o i suoi familiari. E’ perfetto anche per anziani, ma solo quelli che amano la caccia. Nonostante la sua irruenza e testardaggine se educato fin da piccolo può essere anche paziente con i bambini, ma dovranno rispettare la sua indipendenza.

ALIMENTAZIONE

Come per noi essere umani, anche per i cani è importante l’alimentazione. Questa razza non ha preteste per il cibo, apprezza sia un’alimentazione a base di crocchette che quella cucinata dal proprio padrone, preferibilmente anche cibo crudo, ma tutto nelle giuste porzioni per compensare l’attività fisica che gli si impartisce.

TOELETTATURA

La cura per il propri amico a quattro zampe è essenziale, per quanto riguarda questa razza non ci sono particolari cose da imparare. Non deve essere assolutamente tosato poiché potrebbe perdere la qualità del suo mantello che risulta disordinato, ma ciò vuol dire che dovete pettinarlo spesso per non creare la formazione di nodi.

PATOLOGIE

Questa razza non risulta predisposta a patologie particolari anzi non vi è alcuna patologia nota, ma come qualsiasi altro cane deve essere tenuto sotto regolare controllo veterinario e correttamente vaccinato.

CENNI STORICI

Il Briquet Griffon Vendéen o detto anche Segugio Vandeano è la versione piccola del Grand Griffon Vendéen. Il nome di questa razza deriva dalla città da cui provengono, la Vandea. Sono gli unici cani ad essere chiamati ancora Briquet, che vuol dire (cani di taglia media). La loro stirpe fu opera del Conte d’Elva negli anni che precedettero la I Guerra Mondiale, e proprio per queste guerre la razza stava rischiando di estinguersi, ma il post dopoguerra grazie ad una nuova selezione fatta a partire da incroci fra i pochi soggetti rimasti e il Gran Basset Vendéen e l’Harrier, non rischiarono l’estinzione. Il suo utilizzo è sempre stato quello della caccia ai cinghiali e ai lupi, e anche adesso, apprezzatissimo in Italia, ha ancora lo stesso scopo di utilizzo.

NOMI

  • Femmina: Piola o Polverina
  • Maschio: Apollo  o Carter

CHICCHE

Questa razza nel 1995 è stata protagonista nelle prove di lavoro su capriolo, vincendo la medaglia più importante, ossia il “Trofeo di Francia”.