Home Cani Razze di cani Cane da pastore bergamasco: razza, caratteristiche, carattere e salute

Cane da pastore bergamasco: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Questa razza è di taglia media con un aspetto insolito per il suo pelo che fa ricordare i rasta. Il suo manto è una delle caratteristiche principali per questo cane: molto abbondante su tutto il corpo con differenziazione tra un pelo caprino ed ovino e può essere di diversi colori. Ha una buona proporzione, è molto attento e intelligente. Adora i bambini, è molto legato al padrone e sa conquistare i cuori della sua famiglia. Il Cane da Pastore bergamasco, viene usato spesso per condurre il bestiame, ma non è da meno come cane da guardia o difesa. Non ci sono difficoltà per gestirlo, ma urge fare attenzioni alle sue esigenze. Non adora stare in luoghi rumorosi e non sopporta le situazioni che lo stressano.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego: Cane da pastore, da guardia e compagnia
  • Taglia: Media
  • Vita Media: 13-15 anni
  • Altezza maschio: 58-62 cm
  • Altezza femmina: 56-59 cm
  • Peso maschio: 32-38 Kg
  • Peso femmina: 28-34 Kg
  • Riconoscimento: ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Il pastore bergamasco presenta un carattere dinamico, molto paziente, a volte può mostrarsi testardo o timido, ma mai aggressivo. Nasce come cane da guida e da guardia, e questo suo istinto innato lo porta a proteggere la sua famiglia. Il suo stile di vita perfetto non è l’appartamento ed ha grandi problemi ad abituarsi ad una vita cittadina, soprattutto se non esce spesso. Amante dell’aria aperta è un cane da esterni che ama i grandi spazi, quindi stare in una casa con un bel giardino, oppure correre e giocare nei prati aperti o in montagna per respirare aria pura. Può sopportare le intemperie grazie al suo pelo folto. Se fin da piccolo gli viene insegnata una buona socializzazione, da adulto saprà comunicare con i suoi simili e può andare d’accordo anche con i gatti.

PREZZO

Questo cane ha un prezzo che si basa sulle sue origini, sulla sua età o il sesso. Può oscillare dai 350 e 700 euro. Per poterlo curare e per le spese di routine il budget medio è all’incirca di 50 euro.

ASPETTO GENERALE

Il cane bergamasco si presenta con una taglia media e un aspetto molto rustico, per il suo pelo molto pieno su tutto il corpo. Ha una struttura corporea molto resistente e ben proporzionata. Il suo aspetto discende dagli antichi cani da pastore con questo pelo molto rurale.

Cane da pastore catalano cucciolo
Cane da pastore catalano cucciolo

TESTA E COLLO

La testa risulta ampia e rotonda che incorpora un cranio lievemente convesso tra le orecchie, quest’ultime risultano lunghe e piene di peli. Il tartufo è di colore nero. Gli occhi sono grandi e con un colore marrone, ma il pelo sulle le sue ciglia è così lungo che cade avanti agli occhi e non si intravedono abbastanza. Il collo ha un profilo superiore convesso e risulta più corto della testa.

TRONCO E CODA

Il dorso è perpendicolare, molto muscoloso e grande, con la groppa che diventa scoscesa nella parte finale. Le costole sono cerchiate, con i fianchi corti. La coda molto grande e resistente alla base e si assottiglia verso la punta, risulta con un attaccatura alta. 

ARTI

Gli arti molto slanciati sembrano snelli, ma in realtà sono robusti. Gli arti anteriore sono sottili con la spalla lievemente inclinata. Il braccio è muscoloso con i gomiti paralleli. Gli arti posteriori hanno coscia larga, con garretti in evidenza e molto ampi. I piedi risultano ovali, con le dita curvate e le unghie nere.

PELO E MANTELLO

Il pelo è ben fornito molto lungo e non omogeneo su tutto il corpo. Dall’aspetto rurale e risulta ruvido. Nella parte posteriore è ondulato. Presenta anche un sottopelo corto. Il mantello può essere di molte varianti: grigio con chiazze sfumate verso il bianco; nero può essere grigio omogeneo o nero omogeneo.

PADRONE IDEALE

Il padrone ideale per questa razza non avrà grossi problemi per addestrarlo. Deve essere una persona affettuosa senza avere scatti di ira o essere violento per l’insegnamento. E’ adatto alle persone anziane per la loro pazienza, ma non devono essere del tutte sedentarie, anzi, devono avere uno spirito molto attivo e dinamico. E’ adatto per l’intera famiglia, quindi anche un padrone con i bambini è perfetto per questo cane. Il proprietario deve essere amante di fare esercizio. E’ una razza che ha ottime performance nelle attività canine, ed anche per quest ha bisogno di correre e scaricare energia nel quotidiano. Se il padrone è alle prime armi, non ci sono problemi, perché è adatto come prima adozione. Non è difficile da educare, è obbediente, anche se a volte la sua testardaggine lo porta a prendere facilmente l’iniziativa. Se volete un cane da guardia, questa razza è perfetta, sa come comportarsi in caso di minaccia verso la sua famiglia e la sua casa.

ALIMENTAZIONE

Il pastore bergamasco non deve seguire una dieta dal veterinario, si deve nutrire due volte al giorno in base alla sua attività fisica. Privilegia i pasti come: carne, verdura fresca e legumi. Non le dispiacciano, nemmeno, le crocchette di alta qualità.

TOELETTATURA

Non avete difficoltà per la toelettatura di questa razza, infatti non ha bisogno della toeletta e delle spazzolate. Il pelo deve essere curato, semplicemente lavandolo spesso e farlo asciugare al sole. Sembra un pelo difficile da curare, ma in realtà bastono solo alcuni tocchi per tenerlo in perfetta forma estetica. Non bisogna fare nemmeno la muta stagionale perché il su pelo cresce in permanenza.

PATOLOGIE

Questa razza non risulta predisposta a patologie particolari anzi non vi è alcuna patologia nota, ma come qualsiasi altro cane deve essere tenuto sotto regolare controllo veterinario e correttamente vaccinato.

CENNI STORICI

Il pastore bergamasco ritrova le sue origini nel lontano 1300 tra le vallate alpine bergamasche. Molto probabilmente arriva in Occidente grazie ai sui antenati asiatici deportati dall’Oriente tramite i pastori nomadi. Fin dagli albori è stato utilizzato come guardiano delle greggi nel medioevo, ed era un grande seguace per le pecore. Dopo la seconda guerra mondiale questa razza rischiava di estinguersi completamente, ma grazie all’appassionata Maria Andreoli ciò non è accaduto. Da qui è stato utilizzato come cane da guardia e da compagnia, oltre il ruolo da pastore che aveva in precedenza.  Nel 1949 nacque la società che amava questo pastore bergamasco e solo in seguito fu proclamato lo standard ufficiale di razza. Oggi questo cane è molto apprezzato nel nostro paese e viene utilizzato anche per la Pet-Therapy e il salvataggio in montagna. La razza è stata riconosciuta dalla FCI (Fédération cynologique internationale) nel 1956.

pastore bergamasco adulto
pastore bergamasco adulto

NOMI

Sarebbe consigliabile dare nomi non comuni a una specie tanto rara e singolare: ecco la lista dei nomi a cui potersi ispirare.

  • Femmina: Margie e Leyla
  • Maschio: Sky e Zar

CHICCHE

Questo cane è un vero eroe! Si narra che Vincenzo Pacchiana, che adesso è diventato un personaggio dei burattini molto famoso nel bergamasco, adesso chiamato Pacì Paciana era un brigante. Nei tempi indietro, gli davano la caccia e lui si salvò la pelle buttandosi nel fiume. A fronteggiare coloro che lo inseguirono fu proprio il suo cane, il pastore bergamasco, che diede la sua vita per aiutare il su padrone.