Home Cani Razze di cani Gammel dansk honsehund: razza, caratteristiche, carattere e salute

Gammel dansk honsehund: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Il Gammel dansk honsenhund, chiamato anche Cane da ferma danese ancestrale, si presenta ben costruito e solido. E’ un cane di taglia media che si adatta a vari stili di vita, che sia da compagnia o da lavoro, non c’è differenza in entrambi i casi si è docile, ubbidiente e tranquillo. Anche se non è prettamente da guardia, può dare l’allarme al padrone nel caso ci sono intrusi e malintenzionati. Molto legato alla famiglia, adora stare con i bambini e giocare insieme. Oltre a cacciare prede di piccole e grandi dimensioni, viene utilizzato anche per i volatili. Trova la preda senza difficoltà, eseguendo un ottima ferma. Può vivere in casa, ma non in appartamenti stretti e piccoli, preferisce la campagna per stare libero e sereno. Molto intelligente, e versatile è un ottimo cane anche come prima adozione. Deve poter fare attività fisica anche se non lavora. 

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego:Cane da piuma polivalente
  • Taglia:Medio-Grande
  • Vita Media:12-15 anni
  • Altezza maschio:54-60 cm
  • Altezza femmina:50-56 cm
  • Peso maschio:30-35 Kg
  • Peso femmina:26-31 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Questa razza è coraggiosa, ostinata, con molta grinta e determinazione. D’altro canto si dimostra affettuoso, socievole e ubbidiente. Legato alle persone della famiglia, non si preoccupa del pericolo e aiuta il padrone in difficoltà. E’ un cane da caccia, intelligente e ciò gli permette di compiere il suo lavoro senza creare inutili danni al terreno. Si adatta a qualsiasi terreno sia di piccole che grandi dimensioni. Il Cane da ferma danese ancestrale è anche scelto per la sua capacità di non abbaiare durante il lavoro, ma si concentra sulla preda. Se i suoi bisogni non sono soddisfatti può diventare distruttivo e per lo più non adora la solitudine. Può essere adottato anche come cane da guardia, ma non è del tutto consigliabile. Riesce a vivere sotto lo stesso tetto con i felini, anche se è un cane da caccia, e dato che lavora anche in branco, può vivere con i suoi simili. Preferisce vivere in casa al chiuso senza soffrire il freddo in inverno, ma in estate si devono ridimensionare le sua attività per non prendere troppo calore. Si adatta benissimo alla vita domestica, ma non facilmente si adatta a vivere in appartamento piccolo o in città tra tanto caos.

PREZZO

In Italia questa razza non è diffusa, infatti è difficile stabilire il costo del Gammel Dansk Hønsehund. Il budget mensile per le cure mediche, la toelettatura e l’alimentazione si gira intorno ai 50 euro.

ASPETTO GENERALE

Dall’aspetto di medie dimensioni, è muscoloso, forzuto con costituzione perfetta per il suo corpo. La femmina si differenzia dal maschio per essere più leggera, vivace e arguta. La sua andatura è con passi longilinei e un buon allungo dell’anteriore. Con un portamento fiero risulta elegante.

TESTA E COLLO

La testa è piccola ma ampia e incorpora un cranio leggermente vasto con stop non troppo marcato. Il tartufo è grande e di color carne. Gli occhi sono scuri di dimensioni medie. Le orecchie con attaccatura bassa risultano larghe con punta rotonda e con medie misure. Il collo è forte con la presenza di pelo e giogaia, ma non risulta molto evidente.

TRONCO E CODA

Il tronco presenta un garrese marcato con dorso stabile e solido. Il rene è corto ma massiccio con groppa vasta e appena discesa verso l’attaccatura della coda. Il torace è sviluppato con costole, cerchiate ed estese. La coda ha attaccatura alta, risulta grande alla base ma sottile alla punta.

ARTI

Gli arti anteriori sono paralleli tra di loro e perpendicolari al suolo. Hanno spalla schiacciata e attaccata al torace con braccio lungo e possente. I gomiti sono aderenti con avambraccio diritto. Gli arti posteriori hanno coscia massiccia e longilinea con ginocchio forte ed angolato. I piedi sono con muscoli forti, e risultano arcuati con cuscinetti solidi.

PELO E MANTELLO

Il pelo è succinto, molto fitto e ruvido al tatto. Il mantello è di colore bianco con macchie marroni larghe, o molto piccole.

PADRONE IDEALE

Il padrone ideale per questo esemplare deve essere appassionato di caccia, affettuoso, dinamico, e che sappia trovare le giuste dosi per educarlo e trovare un rapporto di fiducia tra i due. Può stare con i bambini e giocarci per ore senza stancarsi. Persone anziane abbastanza attive possono adottare questo cane. È ideale per gli sportivi per fare lunghe passeggiate ogni giorno. Può anche eccellere in sport come il tracking, il canicross o l’agility. È perfetto anche per una prima adozione, in quanto non è difficile educarlo, ma bisogna ricordare che è sempre un cane da caccia. Non riesce a stare solo, infatti per i padroni che adorano viaggiare non è consigliabile lasciarlo in solitudine, però le sue dimensioni non sono adatte per trasportarlo con facilità, in particolare nei mezzi pubblici o in aereo. Si può spostare in auto, ma sempre con l’organizzazione giusta.

ALIMENTAZIONE

Facendo attività fisica in modo quotidiano, tende a non ingrassare e si mantiene in forma, senza essere in sovrappeso. Il suo cibo deve essere adattato con razioni piccole, in particolare durante le stagioni di intensa caccia. Prima che entro sul campo da lavoro è preferibile non faro mangiare troppo. Si consiglia solo un pasto alla sera per evitare problemi allo stomaco.

TOELETTATURA

Per questo cane la cura del pelo è semplice, con delle spazzolate ogni mese e il pelo diventa lucido e perfetto. Durante l’anno la caduta del pelo è regolare, e anche nei periodi di muta non avete da preoccuparvi per la perdita abbondante, anzi è moderata.

PATOLOGIE

Questa razza non risulta predisposta a patologie particolari anzi non vi è alcuna patologia nota, ma come qualsiasi altro cane deve essere tenuto sotto regolare controllo veterinario e correttamente vaccinato.

CENNI STORICI

I cenni storici di questa razza non sono recenti, anzi si parla del 1700, quando Morten Bak, un uomo che viveva a Glenstrup vicino alle città di Randers e Hobro da molte generazioni stava incrociando cani di Zingari con cani delle fattorie locali e così nacque il cane con macchie bianche e marroni, chiamato anche  ‘cane di Bak’ o ‘cane da ferma danese ancestrale’. I cani delle fattorie venivano chiamato dai loro padroni ‘Bloodhounds’, in quanto provenivano dai limieri dei castellani della regione, cani che erano a loro voltan erano discendenti del Chien de St. Hubert ‘Bloodhound’. I cani degli Zingari, invece, avevano antenati dei cani da ferma spagnoli. Cane autoctono del territorio danese, la sua diffusione all’interno del territorio danese è molto sviluppata, ma poco conosciuto all’esterno.

NOMI

Il Gammel dansk honsehund è un cane danese con un pelo particolare, molto vivace e tutto colorato, proprio come il quasi come il costume della maschera di arlecchino. E’ un cane da caccia e come tale si deve dare un nome appropriato. Noi ci siamo fatti trasportare proprio dal suo mondo tra i boschi e la selvaggina dandogli un nome da cacciatore. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro cane.

  • Femmina: Furia e Edna
  • Maschio: Rebel e Roxy