Podenco portoghese: razza, caratteristiche, carattere e salute

Foto dell'autore

By Redazione

Razze di cani

DESCRIZIONE

Il temperamento del Potenco Portoghese è attivo, dinamico, sportivo, giocherellone e dolce. Un particolare che lo contraddistingue è la sua intelligenza che la sfrutta in ogni occasione possibile. Questa caratteristica la usa spesso a suo favore, ad esempio nella fase di apprendimento. Polivalente nei ruoli che rappresenta: guardino per la proprietà, abile cacciatore per il fiuto raffinato e perfetto per la compagnia. Ci sono tre dimensioni ma nessuna è incrociata con l’altra e si distinguono anche in base al pelo: lungo e ruvido, corto e liscio. Hanno una costituzione robusta, ossatura possente e sono agili. Indipendente, ma ascolta il padrone, la fase di apprendimento non è facile, ma nemmeno impossibile. Non è adatto per i novizi e gli anziani sedentari. Il luogo in cui vuole vivere deve essere per le sue dimensioni e non troppo stretto, perché deve avere modo per sfogarsi e correre. Si consiglia di farlo stare all’aria aperta. Protettivo verso la sua famiglia e non confidenziale con gli sconosciuti. Il cane portoghese è una razza rara, e anche nel suo paese d’origine si sta estinguendo.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego:Cane da caccia
  • Taglia:Piccola
  • Vita Media:13-16 anni
  • Altezza maschio:20-30 cm
  • Altezza femmina:20-30 cm
  • Peso maschio:4-6 Kg
  • Peso femmina:4-6 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Il cane primitivo del Portogallo è polivalente per le sue abilità come cane da caccia, da guardia e compagnia. Come cacciatore esprime tutto il suo potenziale per prendere le prede con agilità e scaltrezza. Guardiano perfetto per la sua diffidenza verso gli estranei e la sua indipendenza, attenzione ad educarlo da cucciolo per non farlo diventare aggressivo. Cane da compagnia per tutto il nucleo familiare per il suo legame con il padrone e il suo essere giocherellone con i bambini. È intelligente da capire subito quello che si cerca, vivace per la sua esuberanza. Essendoci tre dimensioni diversi di quest’esemplare ognuno caccia animali diversi, dalla piccola selvaggina a grandi animali. In quanto è un cane dal temperamento dinamico ed energico, si preferisce fargli fare delle passeggiate quotidiane all’aria aperta, che sia in città o in campagna. I cambiamenti climatici non sono affatto un problema, anzi sopporta l’estate con il caldo torrido e riesce a stare al freddo in inverno, anche con le intemperie. Nonostante l’istinto da cacciatore riesce a coabitare con i felini se sono cresciuti insieme. Adora stare in gruppo e il suo istinto di socializzazione gli permette di vivere con i suoi simili. In base alla taglia può vivere in alcuni spazi quello piccolo riesce a stare in un appartamento stretto, quello grande ha più difficoltà perché deve potersi muovere e sfogare la sua energia. La taglia media e grande, infatti si consiglia di farla vivere in una villa con giardino in cui hanno tanto spazio ed essere liberi. Attenzione, però a proteggere l’ambiente che li circonda per evitare che scappino. L’altra soluzione potrebbe essere vivere in una casa in campagna così a prescindere dalla taglia non si hanno difficoltà di adattamento.

PREZZO

E’ un cane in fase di estinzione, infatti sul sito dell’Enci non ci sono indicazioni per gli allevamenti in Italia. Per la sua rarità è difficile sapere il costo, ma sicuramente varia in base all’età al sesso e le origini. Visto che ci sono tre dimensioni diverse il budget per il sostentamento mensile varia: 20 euro per il Podenco piccolo, 30 euro per quello medio e 40 euro per quello grande. 

ASPETTO GENERALE

Ci sono tre dimensioni diverse e con due alternative di pelo. La razza in generale risulta essere muscolosa, ben proporzionata, dalla buona struttura ossea. L’andatura è svelta, leggera e agile. 

TESTA E COLLO

La testa sembra quasi a forma di piramide poiché ha base larga e si restringe a punta. Il cranio è schiacciato con stop poco marcato e tartufo piccolo di colore nero. Gli occhi sono leggermente obliqui di dimensioni piccole con colore miele o marrone castano. Le orecchie hanno attaccatura medio-alta, sono portate in modo eretto verso l’alto o nei lati, oppure mobili e lievemente inclinate in avanti. La forma è a triangolo quindi base larga e parte finale a punta. Il collo è possente, abbastanza lungo e molto diritto con assenza di giogaia. 

TRONCO E CODA

Il tronco ha linea superiore diritta o leggermente curvata. Il dorso è lungo con rene rettilineo e vasto. La groppa muscolosa ha una lunghezza media con torace disceso e costole poco cerchiate. Il petto è poco rialzato. La coda ha attaccatura alta con una media lunghezza. Risulta doppia alla base e sottile in punta. A riposo ricade tra gli arti posteriori. In movimento viene portata ricurva su se stessa, ma non troppo.

ARTI

Gli arti anteriori sono diritti, perpendicolari e ben muscolosi. Hanno spalla e braccio della stessa lunghezza e delicatamente obliqui con avambraccio asciutto. Gli arti posteriori hanno coscia  massiccia con gamba trasversale e possente, garretto mediamente disceso. I piedi hanno forma rotonda con dita forti ed ricurve. 

PELO E MANTELLO

Il pelo è di due tipologie: corto e liscio oppure lungo e ruvido. I colori che possono rivestire il mantello di questa razza sono: giallo; fulvo e nero sbiadito; a tinta unita o mista.

PADRONE IDEALE

Il Podenco Portoghese deve essere ammaestrato fin da cucciolo così apprende con rapidità i comandi del proprietario e sarà sempre collaborativo. L’educazione deve essere di creata su un rapporto di fiducia che si viene a creare tra il padrone e il cane. Il cucciolo per fidarsi a pieno deve poter avere i suoi spazi per non sentirsi imprigionato, in quanto è indipendente. Adatto per tutta la famiglia e può stare con i più piccoli, solo se sono cresciuti insieme. Essendo un esemplare troppo energico non si adegua con facilità accanto ai sedentari e quindi con gli anziani non può stare. Cacciatore nato il padrone ideale è proprio una persona che ama la caccia e lo porti con sé a scoprire tane nuove e percorsi alternativi. La sua energia e vitalità sono adatti per proprietari sportivi che lo invogliano a fare tanta attività fisica. Può essere un cane da compagnia ma anche in questo caso deve poter stare in movimento e non seduto sul divano in casa. Data la sua disobbedienza e testardaggine non è una prima scelta per padroni inesperti. Ci sono tre dimensioni e solo quella piccola non ha difficoltà a seguire il proprietario. Quelli di taglia media e grande sono più difficili da trasportare e sono costretti a restare in casa. Purtroppo, non sopportano la solitudine e quindi qualsiasi oggetto che ricordi il padrone con il suo odore, lo distrugge.

ALIMENTAZIONE

Non è un gran golosone e ciò lo aiuta a non ingrassare con tanta facilità. Si aiuta anche facendo tanta attività fisica. Ciò nonostante è importante dosare le sue razioni di cibo, si consiglia un pasto al giorno preferibilmente di sera. L’alimento che preferisce è a base di crocchette di alta qualità, ma si accontenta anche di una dita sana ed equilibrata.

TOELETTATURA

Ci sono tre dimensioni di questa razza, grande, media e piccola, però tutte hanno la distinzione del pelo: liscio e ruvido. Per entrambi i casi la toelettatura non è difficile da fare. Con quello liscio e pelo corto sono sufficienti delle spazzolate mensili. Per quello ruvido a pelo lungo occorre la toelettatura ma non troppo particolare. Ogni esemplare di questa razza deve essere ispezionato ad ogni rientro dalla caccia per prevenire le piccole  infezioni. Non avendo un sottopelo non c’è una caduta massiccia durante tutto l’anno, si accentua leggermente nei periodi di muta, in autunno e primavera.

PATOLOGIE

Questa razza non risulta predisposta a patologie particolari anzi non vi è alcuna patologia nota, ma come qualsiasi altro cane deve essere tenuto sotto regolare controllo veterinario e correttamente vaccinato.

CENNI STORICI

Dal nome possiamo capire che questa razza proviene dal Portogallo, purtroppo non si hanno tantissime notizie su questi esemplari, si dice che è una razza medievale proprio come gli altri ‘Podenchi’: quello iberico e canario che hanno origini egiziane. Questa specie risulta essere a rischio estinzione, poiché ne sono sempre di meno gli esemplari che si vedono. Al di fuori del Portogallo è totalmente sconosciuta. Tutte e tre le dimensioni sono state selezionate per la caccia: quello grande per grossa selvaggina; quello medio, che vive al Nord del Portogallo, è stato usato per la caccia al coniglio o come cane da guardia e il piccolo podenco per la caccia al coniglio nelle tane. Il Podengo portoghese ad oggi è rappresentato nel Regno Unito dal The Portuguese Podengo Club of Great Britain. 

NOMI

Questo cane dal pelo arruffato e ondulato è un esemplare da caccia. Per dargli un nome adatto potete farvi ispirare dalla sua passione. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro amico a quattro-zampe.

  • Femmina: Wesley e Nanà
  • Maschio: Texas e Yukon

CHICCHE

Questa razza è diventata famosa anche grazie a qualche esemplare di podenco pequeno che ha partecipato a molti film tra gli anni novanta ai duemila. Possiamo ricordarne qualcuno: Dante’s Peak; Three Wishes; Homeward Bound II: Lost in San Francisco; Zeus e Roxanne; Secondhand Lions; Can of Worms e Soccer Dog: The Movie; The Lake House.

Gestione cookie