Home Cani Le dieci piante più comuni e velenose per i cani

Le dieci piante più comuni e velenose per i cani

CONDIVIDI

Le piante più tossiche per i nostri cani

piante tossiche cane
Le piante tossiche più comuni per il cane

Le nostre case nascondono numerosi pericoli e insidie per gli animali da compagnia. Ci sono molte sostanze comuni che si rivelano letali per i cani.

Che sia cucciolo, giovane adulto o anziano, il cane resta un “bambino” di 5 anni. Una creatura eternamente ingenua che potrebbe esporsi in qualsiasi minuto ad un rischio. La curiosità, “l’ingordigia” o il semplice vizio di mordicchiare sono lati del carattere e del comportamento del cane che lo potrebbero mettere in pericolo.

Euphorbia pulcherrima o Stella di Natale

E’ molto comune e diffusa nelle case delle famiglie soprattutto nel periodo natalizio. La stella di Natale non è molto velenosa. Tuttavia, la linfa delle foglie, simile al latte, può provocare vomito al cane.

E’ pertanto consigliato di tenerla lontano dai cani, soprattutto quando sono cuccioli.

Oleandro


Le foglie e i fiori dell’oleandro sono molto velenosi per il cane e possono provocare vomito, apatia fino a causare la morte possono causare vomito, rallentamento dell’impulso canino e persino morte.

Azalea

Le azalee è una pianta adatta ad un clima piante di alta montagna e freddo. Tuttavia è diffusa come pianta ornamentale anche nel Mediterraneo soprattutto nel periodo invernale. Le foglie dell’azalea sono tossiche per il cane, provocare vomito e diarrea e si rivelano letali se ingerite in grande quantità.

Gigli

Che siano usati come piante o fiori da tenere sopra al tavolo in un vaso, il giglio è piuttosto comune nelle case. Ad essere pericolo per il cane sono i pistilli del fiore che provocano irritazione nell’esofago, vomito e diarrea.

Ciclamino

Impossibile non avere i ciclamini. Uno dei fiori più diffusi sui balconi o i cornicioni delle finestre. Le radici sono estremamente velenose per il cane, arrivando anche a provocarne la morte.

Kalanchoe

Una pianta grassa, originaria dell’Africa che si sta sempre più diffondendo come pianta ornamentale. Le foglie della Kalanchoe una specie invasiva può causare vomito e aritmie cardiache.

Dieffenbachia

Tipica delle foreste tropicali del Sud America, la Dieffenbachia è ormai molto comune nelle abitazioni come pianta d’interno. Tuttavia, le foglie di questa pianta provocano al cane, irritazione alla bocca e possono causare difficoltà nella deglutizione.

Daffodils o Narciso

I narcisi sono frequenti in primavera nei giardini e nei parchi. Fanno molto scena anche tagliati in un vaso in quanto diffondono un profumo molto gradevole. Il narciso ha una sostanza chiamata liquorina che si rivela essere un potente alcaloide che arriva a provocare diarrea, vomito, dolore e persino aritmie cardiache.

Tulipani

Il simbolo dell’Olanda. Si tratta di un fiore diffuso nei giardini e nei parchi pubblici. Il bulbo del tulipano è pericoloso e nel caso in cui il cane si diverte a mordicchiarlo rischia d’intossicarsi. Il bulbo del tulipano può provocare nel cane irritazioni alla bocca e all’esofago, vomito e diarrea.

Giacinti

Infine, anche il bulbo del giacinto ha gli stessi effetti del bulbo del tulipano.

Ti potrebbe interessare–>Piante tossiche per il cane: da quelle ornamentali, a quelle coltivate e selvatiche

C.D.
Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI