Home Cani Salute dei Cani Come sentire il polso, il battito cardiaco del cane e i suoi...

Come sentire il polso, il battito cardiaco del cane e i suoi segni vitali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:30
CONDIVIDI

Può essere fondamentale, in momento di emergenza, saper sentire il battito cardiaco del nostro cane. Ma è importante anche per verificare la sua salute.

cane battito cardiaco
Impariamo a sentire il battito cardiaco e i segni vitali del cane (Foto Pixabay)

Come possiamo capire che il nostro cane sta bene? Se i suoi segni vitali sono nella norma, solitamente non dobbiamo preoccuparci. E non necessariamente dobbiamo rivolgerci a un veterinario, anzi potremmo anche aver bisogno di intervenire da soli per verificare che il nostro cane non stia male, magari in un momento di emergenza. E allora, è necessario imparare a sentire il suo battito cardiaco, conoscere il respiro e misurare la temperatura del nostro pelosetto, così da poter intervenire tempestivamente.

Potrebbe interessarti anche: Kit di pronto soccorso per il cane: elementi indispensabili e farmaci

Come fare a sentire il battito cardiaco del cane

Fido depresso
A volte, dobbiamo intervenire subito e sentire il battito del cane. (Foto Pixabay)

Per sentire battito cardiaco del cane (ed il suo polso), c’è un modo pratico e semplice, che utilizza l’arteria femorale del nostro amico a quattro zampe.

Ecco come dobbiamo procedere, sperando che il cane sia abbastanza collaborativo da permettercelo:

  • Appoggiamo la mano destra nell’interno della coscia del cane, con tre dita (indice, medio e anulare). Dobbiamo posizionarla all’altezza dell’inguine.
  • Scorriamo le dita, ma non facciamo pressione.
  • Noteremo a un certo punto sotto le dita l’arteria femorale. Al tatto sembrerà una sorta di corda.
  • Facciamo una lieve pressione, sentiremo così le pulsazioni.
  • Posizioniamo l’animale sdraiato su un fianco. Spostiamo in avanti la sua zampa anteriore.
  • Appoggiamo la mano con il palmo sul suo torace, subito dietro al gomito.
  • Una volta che troviamo il battito, possiamo misurarlo.
  • Un buon metodo è misurare per 20 secondi il battito, e poi moltiplicandolo per 3 avremo il numero di battiti al minuto.

Altrettanto importante, prima di continuare, è sapere quali sono i valori vitali di un cane che possiamo considerare “normali”, come riferimento in casi di emergenza:

  • Frequenza del battito cardiaco: 110 – 140 al minuto
  • Frequenza del respiro: 10 – 20 al minuto
  • Temperatura rettale: 38,5 – 39 °C

Il cane ha solitamente intervalli fisiologici di maggiore entità rispetto ai gatti, perché le taglie e le razze possono farli variare molto.

Misurare polso e frequenza cardiaca

Quando applicare l'antiparassitario al cane: il calendario corretto
Il veterinario saprà intervenire in caso di emergenza. (Foto AdobeStock)

Nei cani, il polso e la frequenza cardiaca che vanno considerate normali e prese da riferimento, possono variare in base alle sue dimensioni e alla sua età.

I battiti cardiaci a riposo nei cani di piccola taglia e nei cuccioli, infatti, sono più veloci di quelle di cani di taglia grande o negli adulti.

Ecco le frequenze in media dei cani in base all’età (a riposo):

  • Cuccioli appena nati: 160 – 200 battiti al minuto.
  • Cuccioli a due settimane di età: fino a 220 battiti al minuto.
  • Fino a un anno di età: fino a 180 battiti al minuto.
  • Cani adulti di grandi dimensioni: 60 – 100 battiti al minuto.
  • Cani adulti di piccole dimensioni: 100/110 – 140 battiti al minuto.

Ovviamente durante l’esercizio fisico, e in momenti di stress o eccitazione del cane, la frequenza può aumentare. Non c’è da preoccuparsi, se non c’è un problema di salute.

Se invece ci sono variazioni del battito mentre il cane è rilassato e a riposo, potrebbero esserci problemi. In quel caso, contattiamo il veterinario.

Per verificare il battito cardiaco del nostro cane, ci serve un cronometro o un orologio che possano darci un conteggio in pochi secondi.

I punti migliori dove sentire il battito del cuore del nostro cane sono due, dove appoggiare la mano dopo aver adagiato il cane su una superficie piana:

  • sul lato sinistro del corpo, proprio dietro la zampa anteriore;
  • nell’interno della parte superiore della zampa posteriore.

Contiamo i battiti che sentiamo per 15 secondi. Moltiplichiamo per 4 così da avere i battiti per minuto. La misurazione va fatta più volte, potrebbe variare anche leggermente.

In realtà sarebbe ideale fare questa operazione anche quando il cane sta bene, così da poter avere un’idea della sua media “normale” come riferimento.

Potrebbe interessarti anche: Salvare la vita al nostro cane: tutte le manovre in caso d’emergenza

Misurare la frequenza respiratoria

cane respira con affanno
Il respiro del cane può variare per vari motivi. Quando preoccuparci? (Foto Flickr)

Ci possono essere molti motivi per cui la frequenza del respiro di un cane può variare (sempre considerandolo a riposo):

  • Lesioni fisiche
  • Shock
  • Malattie ai polmoni
  • Anemia
  • Avvelenamento
  • Insufficienza cardiaca
  • Disturbi respiratori
  • Essere fuori forma o sovrappeso

Se notiamo una variazione nella frequenza respiratoria del nostro cane mentre è a riposo, dobbiamo contattare il nostro veterinario.

Se ansima, respira rapidamente, ha gli occhi vitrei, il cane potrebbe soffrire di surriscaldamento e ancora una volta dovremmo immediatamente portarlo dal veterinario.

F. B.