Home Cavalli Perché il cavallo mangia le sue feci? Le spiegazioni del gesto dell’animale

Perché il cavallo mangia le sue feci? Le spiegazioni del gesto dell’animale

Perché il cavallo mangia le sue feci? Cosa provoca questo comportamento dell’animale? Quando bisogna intervenire e quando dobbiamo preoccuparci per l’animale?

cavallo mangia le sue feci
(Foto AdobeStock)

Sebbene nei secoli scorsi, il cavallo era utilizzato come animale da lavoro per il trasporto e il lavoro agricolo, oggi è entrato a far parte degli animali domestici e addirittura come animale da compagnia

Infatti attualmente tra le specie adatte ad essere animali da compagnia tra i soliti cani, gatti, possiamo includere una serie di animali che non tutti si aspetterebbero, come ad esempio: conigli, furetti, uccelli, porcellini d’India e altri piccoli mammiferi, piccoli rettili, pesci e come abbiamo accennato precedentemente anche i cavalli.

Ovviamente, pur rientrando negli animali domestici, non possiamo tenerlo in casa o in gabbia ma non ha nulla da invidiare ai classici cani e gatti in quanto a compagnia e lealtà.

Perché il cavallo mangia le sue feci?

Il cavallo è un mammifero appartenente alla specie dell’Equus caballus, nel caso del cavallo domestico.

cavallo mangia le sue feci
(Foto AdobeStock)

Avendo imparato a convivere con l’uomo, è in grado di vivere in qualsiasi tipo di habitat.

È dotato di un corpo muscoloso, ben bilanciato e per questo anche agile nella corsa. Proprio per questa sua agilità, il cavallo  non può restare chiuso nel suo box per l’intera giornata, ma necessita di spazi larghi e aperti dove poter correre e brucare l’erba.

Purtroppo l’erba non è l’unica cosa che si ferma a mangiare, capita alcune volte che il cavallo mangia le sue feci. Cosa genere nell’animale tale comportamento?

Le spiegazioni a tale gesto possono essere diverse, ad esempio:

  • mancanza di esercizio fisico, l’arricchimento ambientale;
  • poco spazio nella stalla;
  • mancanza di fibre nell’alimentazione del cavallo;
  • insufficienza di vitamine o minerali;

Questa azione che compi il cavallo, ovvero di mangiare le sue feci è anche detta coprofagia e tale gesto può essere accompagnato da altri comportamenti, a volte chiamati “vizi stabili”, come l’oscillazione, il graffio costante del terreno o la deglutizione dell’aria.

Se a mangiare le feci invece, è il puledro, allora il discorso è diverso, in quanto il comportamento è dovuto al solo scopo di incorporare nell’intestino batteri che aiutano la digestione e questi si trovano nelle feci della madre.

In ogni caso, se questo comportamento continua oltre i sei mesi di vita dell’animale, diventa preoccupante. Questo perché comporta dei rischi, quali l’infestazione da parassiti intestinali.

Potrebbe interessarti anche:Azoturia nel cavallo: cosa è importante sapere per la sua salute

Quando e come possiamo intervenire?

Per poter capire come e quando intervenire, impedendo al cavallo di mangiare le sue feci, è opportuno individuare la causa di tale comportamento.

In base al motivo sarà possibile intervenire con varie soluzioni, ad esempio:

  • se la causa che provoca coprofagia nel cavallo è la noia è importante fornire giocattoli, disponibili in alcuni negozi specializzati, per arricchire l’ambiente;
  • se la causa è l’alloggiamento, offri più spazio e ore all’aperto al tuo cavallo;
  • se la causa è l’alimentazione, preoccupati di somministrare al tuo cavallo alimenti che contengono più fibra, come paglia o fieno, semplicemente aggiungendoli al mangime;
  • se invece la causa è la mancanza di vitamine e minerali allora sarà opportuno correggere le possibili carenze di questi elementi, con integratori adeguati.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ettore D’Andrea