Home Cronaca Bagnino e cane salvano due turisti in difficoltà a Caorle

Bagnino e cane salvano due turisti in difficoltà a Caorle

CONDIVIDI

Due bagnanti sono stati salvati nelle acque antistanti Caorle, località marina in provincia di Venezia. Ed in tutto questo c’entra l’operato provvidenziale di Oliver, un bell’esemplare di Terranova appartenente alla Scuola Italiana Cani Salvataggio. Il cane, assieme a Massimo Pecci, il bagnino con il quale sorveglia la spiaggia del centro veneto, è scattato subito in soccorso dei due uomini che si erano concessi una nuotata a largo, ad una distanza di circa 500 metri dalla riva. Al momento di ritornare sulla spiaggia i due sono apparsi in evidente difficoltà, tanto da non riuscire più a fare ritorno al sicuro.

E così il bagnino, con Oliver al seguito, si è tuffato in acqua con la sua sup da soccorso (stand up paddle) andando velocemente in loro direzione. Il quattrozampe, nonostante i suoi 9 anni che non ne fanno più un cucciolo, si è comportato in modo esemplare mettendo in pratica l’addestramento ricevuto, recuperando uno dei due. L’altro è stato salvato da Pecci e da un altro bagnino, Cristian Gentili. Ancora una volta un cane appositamente addestrato per il salvataggio di bagnanti in difficoltà è risultato quindi a dir poco provvidenziale per il buon esito della vicenda.

Soltanto l’anno scorso erano stati diversi i casi simili in cui alcune persone hanno rischiato di annegare, salvo poi essere recuperate dai quattrozampe e dai rispettivi bagnini. La Scuola Italiana Cani Salvataggio ha effettuato in totale decine e decine di operazioni di salvataggio, contribuendo in maniera decisiva a far diminuire i tristi casi di annegamento cui siamo abituati ad assistere nel periodo estivo.