Home Cronaca Cagnolina e i suoi tre cuccioli abbandonata in appartamento senza acqua e...

Cagnolina e i suoi tre cuccioli abbandonata in appartamento senza acqua e cibo

CONDIVIDI

cuccioli

Purtroppo capita anche questo: a Trezzo sull’Adda, paese di poco più di dodicimila abitanti in provincia di Milano, una cagnolina ed i suoi tre cuccioli sono stati ritrovati in totale solitudine all’interno di un appartamento abbandonato. Gli animali erano privi di acqua e cibo ed il loro salvataggio è avvenuto grazie ai residenti del condominio, allarmati dai guaiti che andavano avanti incessanti da qualche giorno. Perciò è stata mandata una segnalazione al 112 e prontamente i Vigili del Fuoco ed i Carabinieri di Vimercate (Monza) sono intervenuti, grazie anche all’aiuto di alcuni volontari di una associazione locale.

La casa era apparsa in una condizione di totale abbandono, disabitata ed in passato occupata da una coppia rumena al momento irrintracciabile. Mamma cagnolina ed i suoi tre piccoli hanno finalmente ricevuto cibo ed acqua ed anche tante coccole. Sottoposti a controlli medici, è emerso che l’intervento delle forze dell’ordine è risultato decisivo in quanto l’avanzato stato di denutrizione e disidratazione li avrebbe condotti a morte certa entro poche ore. A quanto sembra erano quindi diversi giorni che i quattro cani versavano in tale condizione di degrado. Adesso è stata inoltrata una denuncia per maltrattamento di animali nei confronti degli ex inquilini.

L’abbandono di animali, per lo più cani e gatti, è una piaga che non accenna a diminuire. Solamente quest’anno sono stati numerosi i casi da nord a sud in tutta Italia che hanno visto come sfortunate vittime dell’insensibilità umana tanti quattrozampe. E la cosa non riguarda solamente il nostro Paese: anche negli Stati Uniti questo flagello continua a vedere la reiterata opera di scelleratezza dell’uomo nei confronti di poveri animali. E la cosa addirittura non riguarda i soli animali domestici come gatti e cani: pure altri esseri devono sottostare alla crudeltà dell’uomo ed andare incontro a quello che è un triste destino.