Home Cronaca Cucciolo disidratato salvato in extremis dai vigili del fuoco

Cucciolo disidratato salvato in extremis dai vigili del fuoco

CONDIVIDI

cane malato

Salvataggio in extremis per un cucciolo di cane meticcio di piccola taglia salvato dai vigili del fuoco e dalla polizia a Pistoia. Il povero animale era stato lasciato in un cortile, senza acqua, ed era agonizzante a causa del caldo.

Un residente ha segnalato il caso, inviando anche una fotografia del povero animale che non riusciva più a muoversi a causa della disidratazione. Nell’abitazione non c’era nessuno e per questo sono intervenute le autorità copetenti.

I vigili del fuoco sono riusciti ad entrare e hanno provveduto alle prime cure dando da bere al cane che è stato poi affidato ad una associazione locale.

Il proprietario è stato poi rintracciato e interpellato dal quotidiano locale “Il Tirreno”, ha negato l’accusa di abbandono, sostenendo che aveva lasciato acqua e cibo al cane e spiegando che il suo cane stava male dal qualche giorno a causa di crisi epilettiche e che da sabato stava cercando di contattare un veterinario che potesse aiutarlo: “Purtroppo non ho la macchina e nessuno si è degnato di venire”, ha poi aggiunto.