Home Cronaca Partono per le vacanze e abbandonano il cane nel giardino al sole...

Partono per le vacanze e abbandonano il cane nel giardino al sole senza acqua

CONDIVIDI

Erano partiti per le vacanze, abbandonando il proprio cane all’intero del giardino della casa, senza acqua, legato a catena e senza alcun riparo.

Ciriè salvato il cane che era stato abbandonato nel cortile e legato con una catena senza acqua e riparo

Ciriè, piccola cittadina vicino Torino, è stato solo grazie ad alcuni abitanti che risiedono nei pressi dell’abitazione se il cane , un incrocio di pastore Tedesco, è ancora vivo.

Abbaiava da giorni il povero cane che era stato abbandonato nel cortile dell’abitazione, legato senza acqua e senza un riparo dal sole e dal caldo torrido di questa estate. Per lui solo una ciotola di pane raffermo.

Secondo alcuni, i proprietari della casa erano partiti da ben 3 giorni abbandonando il cane a se stesso, legato nel cortile senza neanche la possibilità di cercarsi o crearsi un riparo.

E stato solo grazie alle segnalazioni del vicinato che per 3 giorni e 3 notti hanno sentito il cane abbaiare e piangere disperatamente, se oggi è vivo.

potrebbe interessarti anche—>Labrador lasciato sul balcone: scontro tra vicini di casa

Ad intervenire gli agenti della polizia municipale comandati da Roberto Macchioni, e i vigili del fuoco che quando hanno fatto irruzione all’interno del cortile dell’abitazione hanno trovato davanti ai loro occhi una scena sconcertante e drammatica.

ancona cani morti
(repertorio/Vigili del Fuoco)

Il cane era  legato e intrecciato con una catena,  notevolmente disidratato, sembra che infatti la creatura avesse talmente tanta sete da cercare di scavare una buca, per evadere dal cortile e cercare di raggiungere il ruscello vicino casa per abbeverarsi.

Sfortunatamente la povera creatura è rimasta incastrata nella catena rischiando anche il soffocamento e non riuscendo ad evadere dalla sua torrida prigione.

Il cane è stato portato in salvo dagli agenti, è stato idratato e sottoposto a visite e cure veterinarie, in questo momento è stato trasferito e affidato alle cure del canile di Argo.

Sono in corso accertamenti e verifiche, i proprietari del cane rischiano infatti una denuncia per maltrattamento di animali che prevede:

Articolo 544 del  Codice penale  “Chiunque, per crudeltà o senza necessità , cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è punito con la reclusione da tre mesi a diciotto mesi o con la multa da 5.000 a 30.000 euro”.

Gli agenti di polizia stanno cercando di rintracciare i detentori della casa e del cane, ma sembra che tutta la famiglia si sia recata in vacanza in Romania.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>Maltrattamento animali: cane in terrazza senza ringhiera

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.