Home Cani Il cane da pastore tedesco: simposio di forza

Il cane da pastore tedesco: simposio di forza

CONDIVIDI

pastore tedescoIl cane da pastore tedesco, di norma abbreviato in pastore tedesco, viene classificato al gruppo 1, sezione 1 di razze canine (cani da pastore) con riferimento alla sezione 1, cani da pastore con brevetto da lavoro e impiego come cane da utilità, da difesa e per usi molteplici.

La storia racconta che alla fine dell’8oo, in Germania, l’industrializzazione stava causando la fine della pastorizia, così un gruppo di cinofili decise di salvaguardare le razze da pastore, prezioso e dalla molteplici attitudini, creando un cane completo, allo stesso tempo docile e dedito al padrone e al proprio territorio. Cosi dall’incrocio tra i pastori del Wurttemberg e della Turinigia, nacque una nuova razza: il pastore tedesco. Il riconoscimento ufficiale risale al 1898.

È un cane di taglia leggermente superiore alla media, allungato e robusto nella parte anteriore, sfinando nella parte inferiore. Gli arti sono armonici e sinuosi, ben piazzati davanti con eccezioni nella parte posteriore. Sono posizionati in modo tale da dare una notevole spinta in avanti e un allungo eccezionale. La testa è proporzionata e affusolata, asciutta e moderatamente larga con grandi orecchie portate larghe alla base e strette alla punta, muso potente e deciso. I maschi sono alti dai 60 ai 65 cm e le femmine dai 55 ai 60 cm, per un peso che va dai 38 kg nei maschi a 33 nelle femmine.

Gli occhi a mandorla gli conferiscono uno sguardo dolce e simpatico da cucciolo, ma serio e deciso da adulto; devono essere più scuri possibile. La coda è lunga, folta e appuntita alla fine, portata quasi sempre a mezz’asta. Pelo duro, corto e compatto, con sottopelo fitto e folto. I soggetti a pelo lungo non sono accettati dallo standard e non possono partecipare a diverse esibizioni. Colori: nero e grigio, unicolore e con focature tendenti al marrone. Il colore bianco non è ammesso, ad eccezione del pastore svizzero.pastore tedesco

Il carattere del pastore tedesco l’ha reso noto per la sua voglia di giocare, intelligenza e spiccata propensione al lavoro; facile da addestrare risponde a qualsiasi comando, è un cane dalle molteplici attitudini, può svolgere qualsiasi lavoro: dalla guardia, alla compagnia al soccorso fino a cane da guida per ciechi.

La salute del pastore tedesco è, se ben allevato, molto robusta, ad eccezione di soggetti affetti da displasia dell’anca e megaesofago, patologia molto frequente nei pastori per via di incroci mal riusciti.

Per una sana e corretta alimentazione, noi dello STAFF DI AMORE A QUATTRO ZAMPE consigliamo l’utilizzo di condro-protettori delle cartilagini e delle ossa, che con il passare del tempo possono andare in contro a logoramento.

905579_10207441805384863_4775809324999535467_o