Home Cronaca Pellegrino: il randagio trovato con fratture e spilli nell’intestino!

Pellegrino: il randagio trovato con fratture e spilli nell’intestino!

CONDIVIDI

La cattiveria e la crudeltà umana non hanno confini tanto più se si tratta di esprimerle nei confronti di esseri più indifesi, come i nostri amici a 4zampe. Troppo facile prendersela con chi non può difendersi e si fida ciecamente dell’uomo!

Ecco perché suscita orrore e rabbia, la storia di un cane di nome Pellegrino che è stato abbandonato a Palermo, in Sicilia. Il cane è stato trovato in pessime condizioni e soccorso da dei volontari che iniziando a prendersi cura di lui, si sono confrontati con una tragica sorpresa: ovvero nell’intestino del cane sono stati individuati degli spilli che il cane avrà ingerito cibandosi di polpette fatali, spesso utilizzate da chi è senza scrupoli, riservando un atroce morte all’animale.

RITROVAMENTO DI PELLEGRINO

Fine maggio, una giovane ragazza russa stava percorrendo in bicicletta una vecchia strada di Palermo che arriva al Santuario di Santa Rosalia. La ragazza ha notato il cane che era accucciato a bordo strada, senza forze. Una volta portato in un rifugio, oltre agli spilli nell’intestino, il cane ha presentato anche delle fratture, riportate sicuramente dopo essere stato investito da un auto.

Per quanto riguarda le spille inserite nelle polpette, si tratta di un mix micidiale che provoca una sofferenza atroce all’animale e lacerazioni all’intestino. Dai raggi X, i veterinari hanno constatato che era impossibile intervenire chirurgicamente in quanto l’area interessata è troppo diffusa e per Pellerino resta solo sperare che, grazie alla somministrazione di un cibo speciale, evacui gli spilli. Ma fino ad allora la sua vita sarà a rischio.

Una notizia raccapricciante e i soccorritori del cane, interpellati da Geapress, hanno spiegato che si tratta di “una vera tortura che solo una mente criminale poteva inventarsi”, chiedendo aiuto alla LIDA di Palermo per salvare Pellegrino. Una strada che sarà lunga, sofferente e difficoltosa.

In base alle prime notizie, la sera stessa del suo ritrovamento, dopo il primo trattamento, sembra che Pellegrino abbia reagito bene e che alcuni spilli sono già andati via.

Ma c’è ancora tanta rabbia da parte delle molte persone che hanno preso a cuore la storia di Pellegrino e auspicano che l’autore delle polpette micidiali, abbia un po’ di rimorsi, leggendo l’orrore che ha provocato…