Cane al guinzaglio: destra o sinistra, qual’è il lato giusto per le sue passeggiate

Foto dell'autore

By Giada Ciliberto

Curiosita

Dove deve stare il cane quando è al guinzaglio: come scegliere il lato giusto, tra destra e sinistra, durante le sue passeggiate. 

Un cane di spalle in strada al guinzaglio
Cane al guinzaglio (Pixabay clarkdonald413 – Amoreaquattrozampe.it)

Portare il cane a passeggio è una delle attività che spesso si danno per scontate, eppure è di fondamentale importanza che un fido esca regolarmente dal suo habitat domestico anche nel caso in cui quest’ultimo sia abituato a vivere in una casa con un grande giardino. L’attività motoria, gli stimoli della realtà esterna e il tempo trascorso fuori dalla routine con il proprio umano di riferimento non possono fare altro che giovare al nostro amico con la coda. Ma come si sceglie il lato giusto quando teniamo il cane al guinzaglio?

Cane al guinzaglio: come scegliere tra destra e sinistra e altri consigli

Se tenere il cane al guinzaglio è obbligatorio per legge, in molti casi i genitori umani di un fido – anche a distanza di anni dalla loro decisione di adottare un pelosetto – sembrano trovarsi in difficoltà su quale lato scegliere per le loro uscite in esterna. Scopriamo insieme cosa si sa a tal proposito e quali sono i consigli da poter prendere in considerazione.

Un cane al guinzaglio passeggia con la sua padroncina
Cane a passeggio (Pixabay mariya_m – Amoreaquattrozampe.it)

Non esiste una regola precisa da seguire per scegliere il lato “giusto”. La scelta di ricorrere al lato sinistro o al lato destro per portare a spasso il cane dipende, in realtà, da noi stessi e dal fido di cui ci prediamo cura. Anche nel caso in cui scegliessimo di prediligere il lato destro durante le sue passeggiate, non è detto che il cane rimanga per tutto il tempo a destra o sinistra. Potrebbe, invece, decidere di spostarsi da un momento all’altro.

Per questo il consiglio più affidabile da seguire potrebbe essere quello di scegliere innanzitutto di tenere il guinzaglio nella mano che utilizziamo per svolgere al meglio le nostre attività. Ad esempio: se siamo mancini sarà più opportuno tenere il cane con la mano sinistra e viceversa. Ad ogni modo vi è la piena libertà di scegliere autonomamente il lato prediletto su cui far camminare il fido durante le sue passeggiate all’aria aperta.

Il discorso è completamente diverso quando si tratta – invece – di attività motorie specifiche da eseguire in compagnia del nostro fido. Durante l’attività sportiva è obbligatorio tenere il cane sul lato sinistro.

L’importanza di mostrarsi sicuri

Secondo alcuni esperti del settore cinofilo uno dei consigli più importanti da rivolgere ai genitori adottivi di un fido è quello di mostrarsi sicuro quando siamo noi a guidarlo nelle sue passeggiate. Se il cane sente che ci muoviamo in modo incerto il cane può rifiutarsi di continuare a camminare. Oppure, in altri casi, il cane potrebbe sentirsi smarrito e dunque potrebbe mettere in dubbio la nostra affidabilità. Al contrario se mostriamo a lui un atteggiamento sicuro si fiderà di noi e sarà più facile guidarlo durante il tragitto.

Un cane passeggia al guinzaglio con i suoi genitori umani
Cane al parco (Pixabay MabelAmber – Amoreaquattrozampe.it)

Molti cinofili consigliano di utilizzare il rinforzo positivo: un metodo che – durante l’addestramento – prevede di donare una ricompensa al fido dopo aver seguito correttamente le nostre indicazioni.

Impostazioni privacy