Home Cani Obbligo di guinzaglio per il cane: la legge parla chiaro, ecco quando...

Obbligo di guinzaglio per il cane: la legge parla chiaro, ecco quando è necessario

Facoltativo o doveroso? Come si esprime la Legge verso l’obbligo di guinzaglio per il cane: cosa dovrebbero sapere i padroni.

Obbligo di guinzaglio al cane
Guinzaglio al cane (Canva)

Sebbene alcuni padroni vorrebbero lasciare il loro Fido libero di muoversi durante la passeggiata, alcuni preferiscono tenerli sempre sotto controllo e non rischiare che si allontanino troppo, quando sono fuori casa. Ma al di là delle preferenze del padrone, come si esprime la Legge nei confronti dell’obbligo di guinzaglio per il cane? Ecco cosa bisogna sapere per non infrangere le regole.

Perché è importante far indossare il guinzaglio al cane

Sebbene per molti sia una ‘limitazione’ della sua libertà e altri sostengano che non ve ne sia alcun bisogno poiché il cane ‘non ha mai fatto del male a nessuno’, la Legge si esprime in modo differente e imparziale sull’obbligo di guinzaglio per il cane.

Cane tira al guinzaglio
Fido al guinzaglio tira la padrona (Canva)

Il controllo e la responsabilità dei padroni nei confronti di Fido passa anche attraverso il guinzaglio: quando si è in strada il pericolo è dietro l’angolo ma non si tratta solo di proteggere l’incolumità dell’animale ma anche quella dei suoi simili e delle persone.

Un cane potrebbe attraversare la strada e farsi male, causare incidenti, attaccare o essere aggredito da altri animali senza che il padrone possa avere alcun controllo della situazione: sarebbero innumerevoli i casi e le situazioni in cui fargli indossare un guinzaglio è assolutamente necessario! Ma è anche obbligatorio?

Obbligo di guinzaglio per il cane: cosa dice la Legge

Era dal 1954 (DPR dell’8/2/1954 n. 320 del regolamento di Polizia Veterinaria) che la Legge non si esprimeva in merito. All’epoca si prevedeva solo l’obbligo di museruola per i cani non condotti al guinzaglio nelle vie e luoghi aperti al pubblico, ma anche nei locali pubblici e sui mezzi di trasporto.

Oltre ad essere un’ottima accortezza per la salute di pedoni, automobilisti e per lo stesso cane, attraverso due ordinanze risalenti al 3 Marzo 2009 e al 6 Agosto 2013, la Legge stabilita dal Ministero della Salute stabiliva che:

Utilizzare sempre il guinzaglio a una misura non superiore a mt 1,50 durante la conduzione dell’animale nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani individuate dai comuni‘.

Con una sentenza recente (la n. 37183 del 2022), c’è ormai l’obbligo di condurlo al guinzaglio anche quando cammina in aperta campagna, se vi sono terzi presenti siano essi umani o animali. Questo provvedimento non solo va a completare non solo quanto detto nelle due ordinanze precedenti ma arriva in seguito all’episodio di condanna di due detentori degli animali aggressori nei confronti di una donna col reato di lesioni personali colpose.

Potrebbe interessarti anche: Scopri se il cane va tenuto al guinzaglio in condominio: cosa stabilisce la legge

Obbligo di guinzaglio per il cane: dove non c’è

Ma quando siamo liberi di non far indossare museruola e guinzaglio al nostro cane? Ovviamente in casa nostra siamo liberi di fare ciò che vogliamo, poiché si tratta di uno spazio privato di nostra proprietà ma anche nelle aree cani predisposte dai singoli Comuni. Ma ci sono anche altri casi, previsti nell’art. 16 della Gazzetta ufficiale, in cui la Legge non obbliga il guinzaglio e riguarda:

Cani poliziotto
Cani poliziotto in servizio (Canva)

Potrebbe interessarti anche: Scopri come abituare il cane alla museruola: tecnica e consigli utili

  • i cani da guardia delle strutture da sorvegliare, sempre che non sia previsto l’accesso per gli estranei;
  • i cani da caccia e da pastore durante lo svolgimento del loro lavoro,
  • i cani da valanga e impegnati nella Protezione Civile,
  • i cani per non vedenti,
  • i cani militari e poliziotto in servizio.

Insomma far indossare il guinzaglio al nostro cane è una tutela per la sua sicurezza e quella degli altri: non siamo superficiali!