Home Cani Il cane sa come non farsi scoprire: lo dichiarano gli esperti

Il cane sa come non farsi scoprire: lo dichiarano gli esperti

Non riuscite a vedere in tempo il vostro amico peloso quando fa qualche disastro? Secondo uno studio il cane sa come non farsi scoprire.

Il cane sa come non farsi scoprire
(Foto Adobe Stock)

Sapevate che i nostri amici a quattro zampe possono essere molto furbi? Soprattutto quando si tratta di cibo? Infatti proprio come i bambini che fanno disastri quando non li vediamo, così i nostri amici pelosi quando non li vediamo possono “rubare” persino il cibo dal piatto.

E’ ciò che è stato dichiarato da alcuni ricercatori. Vediamo nel seguente articolo come si è volto lo studio che ha portato gli esperti a dichiarare che il cane sa come non farsi scoprire.

Il cane sa come non farsi scoprire: lo studio

Lo studio che ha dimostrato che i cani sanno benissimo come non farsi scoprire, è stato svolto da Shannon Kundey, esperta del comportamento animale, e il suo team.

Perché il cane ruba il cibo
(Foto Adobe Stock)

L’esperta insieme ai suoi collaboratori ha coinvolto 40 cani che precedentemente erano stati addestrati, da loro stessi, a non rubare il cibo dal piatto.

I ricercatori hanno dato poi la possibilità ai 40 cani di poter mangiare da due recipienti dotati di campanelle. Tuttavia le campanelle di un solo recipiente erano disattivate.

E’ stato osservato, durante lo studio, che le piccole palle di pelo quando venivano guardate mangiavano in entrambi i recipienti, mentre quando chi li osservava si distraeva, i cani tendevano a mangiare solo nel recipiente con le campanelle disattivate.

Da tale comportamento, gli esperti hanno dedotto che i cani erano consapevoli di potersi cibare senza essere scoperti da nessuno.

Potrebbe interessarti anche: Secondo uno studio non è la razza a determinare il carattere del cane

Inoltre hanno dedotto anche che le piccole palle di pelo, proprio come si comportano i bambini quando sono piccoli, hanno rubato il cibo in silenzio per paura di essere puniti.

Ciò poteva essere possibile solo perché i nostri amici a quattro zampe sanno cosa pensiamo se li “becchiamo” a fare qualcosa che non dovrebbero fare.

Potrebbe interessarti anche: Il nuovo studio rivela quanto sia dannoso non lavare la ciotola del cane

Dopo aver percepito tutte queste informazioni dallo studio, Mark Bekoff, ha affermato che l’essere umano non è l’unico a presentare alcune abilità mentali.