Home Curiosita I gatti fiutano tumori nell’uomo: vero o falso e con quali capacità...

I gatti fiutano tumori nell’uomo: vero o falso e con quali capacità ci riescono

I felini possono davvero salvarti la vita? Vediamo se i gatti fiutano i tumori nell’uomo e come ci riescono: cosa dice la Scienza sui sensi del nostro micio.

I gatti fiutano tumori nell'uomo
(Foto Pixabay)

Non sono i padroni di felini domestici ad essersi impressionati: il gatto può davvero salvarci la vita, soprattutto se riesce a percepire dei primi segnali di malattia di cui noi umani ignoriamo l’esistenza. Allora è vero che i gatti fiutano i tumori nell’uomo? Vediamo qual è la posizione della scienza a riguardo e quali sono le capacità impiegate dai felini per riuscire in questa impresa che può davvero metterci in salvo da un problema di salute tanto grave.

I gatti fiutano i tumori nell’uomo: la parola alla Scienza

Ciò che gli esperti sono certi di poter ‘escludere’ è che i felini abbiano capacità da sensitivi: per ora non esistono studi specifici a riguardo ma si tratta di alcune ‘capacità diagnostiche’ presenti soprattutto nei cani e in minor incidenza anche nei gatti.

Naso del micio
(Foto Pixabay)

E’ tutta una questione di olfatto dunque, la capacità di percepire con il naso le cellule tumorali che a quanto pare emanano un ‘odore’ per noi assolutamente impercettibile, sebbene in alcuni casi si tratti di tumori non cosi ‘in superficie’ ma nel profondo del corpo. La Scienza riconosce questa incredibile capacità soprattutto ai cani, con il loro olfatto più potente del nostro umano almeno di 100mila volte.

Ad attirare l’attenzione e il fiuto di questi animali è dunque il metabolismo di queste cellule malate: i nostri fedeli animali domestici, abituati a starci accanto e a non lasciarsi sfuggire alcun cambiamento che avviene nel nostro corpo, anche in fatto di odori.

I gatti fiutano i tumori nell’uomo: le storie di Oscar e gli altri

Alla Clinica Steere House di Providence, il nome ‘Oscar’ è stimato tanto quanto un medico che vi lavora all’interno: a quanto pare il parere diagnostico del felino è stato preso in grande considerazione, poiché il micio, a quanto apre, è stato il primo ad accorgersi della malattia della sua padrona.

Micio e padrona
(Foto Pixabay)

Ma anche Fidge è riuscito a percepire il male della sua Wendy Humpreys, prima che il suo tumore al seno diventasse cronico, incurabile e la conducesse alla morte quasi certa. E’ stato il micio a percepire che c’era qualcosa che non andava, e ha ‘indirizzato’ la donna anche nel posto giusto del corpo in cui doveva approfondire le sue indagini diagnostiche.

Infine anche la storia di Alberta, in Canada, è stata a lieto fine, di certo per il suo padrone: a quanto pare il micio ‘premeva’ con insistenza con la zampa sul polmone sinistro dell’uomo che si è deciso a farsi visitare e ha scoperto la malattia agli esordi.

Potrebbe interessarti anche: Gatto scopre il tumore della padrona: una diagnosi precoce che le ha salvato la vita

E’ solo fiuto? Come ci riescono e perché dovremmo ‘scusarci’ coi gatti

In realtà non è semplice dare una spiegazione scientifica ai racconti che padroni orgogliosi e soddisfatti fanno dei loro felini domestici dalle prodigiose capacità cliniche. Quel che molti esperti tendono ad escludere è che si tratti solo di semplice ‘fiuto’: l’olfatto dei gatti può essere utile per dei tumori alla pelle, più superficiali insomma, ma non per le masse tumorali site in profondità nel corpo.

I gatti fiutano tumori nell'uomo
(Foto Pixabay)

Allo stesso modo gli scienziati non possono oggettivamente accettare l’idea che si tratti di un ‘sesto senso’ tra i sensi speciali del gatto, ma di certo la loro capacità di riuscire a diagnosticare tumori è ancora un mistero. E noi perché dovremmo chiedere scusa al mondo felino?

Da sempre il gatto è stato considerato un animale solitario, indipendente, poco incline alle coccole ma soprattutto quasi ‘indifferente’ nei confronti del suo amorevole umano: queste storie di ‘salvataggio’ ci fanno capire esattamente il contrario. Non solo hanno salvato la vita ai loro padroni, ma questi gatti hanno dimostrato che si può amare in tanti modi e che si interessano ai loro umani preferiti molto più di quanto possiamo immaginare.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Francesca Ciardiello