Home Curiosita Giornata della Terra 2020: festeggiamo il 50° anniversario dell’Earth Day

Giornata della Terra 2020: festeggiamo il 50° anniversario dell’Earth Day

Il prossimo 22 aprile è la giornata della terra, l’Earth Day 2020: festeggiamo il 50° anniversario di questa ricorrenza a tema ecologico.

giornata terra 2020 earth day
La Giornata della Terra 2020: mercoledì 22 Aprile. (Foto Flickr)

La Giornata della Terra 2020, o Earth Day, è mercoledì 22 aprile: quest’anno celebriamo il 50° anniversario di questa ricorrenza. Pensiamo un po’ a come aiutare il pianeta questa settimana, e a introdurre nuove abitudini ecologiche nella nostra vita quotidiana. D’altronde, la terra è l’unica nostra casa insieme ai nostri amici animali. Scopriamo assieme come è nata questa giornata, cosa vuole simboleggiare e come possiamo supportare l’organizzazione che c’è dietro. Solo con l’aiuto di tutti potremo ripulire il pianeta e ridurre l’impatto ambientale dell’uomo, e l’inquinamento. E mai come quest’anno in cui siamo impossibilitati a essere fuori casa, è importante lavorare con internet e i social.

Earth Day 2020: il tema dell’anno

Curiosità sullo scarabeo
Giornata della Terra 2020: il tema dell’anno. (Foto Unsplash)

La Giornata della Terra “Earth Day 2020” segnerà il 50° anniversario di questa festa. In genere, all’Earth Day viene assegnato un tema o un’area di messa a fuoco diversa ogni anno; il tema di quest’anno è Climate Action, per conoscere la situazione riguardo i cambiamenti climatici di cui tanto si discute negli ultimi anni.

La maggior parte degli anni, gli eventi della Giornata della Terra vanno dalle pulizie di fiumi alle rimozioni invasive. Con la distanziamento sociale in atto per molti di noi in questo periodo, Earth Day 2020 è diventata digitale. Eventi virtuali, come conferenze e film sull’ambiente, si terranno mercoledì 22 aprile: tutte le informazioni sugli eventi che possono essere trovate sul sito ufficiale earthday.org.

Cos’è l’Earth Day

giardinaggio fiori
Come è nata la Giornata della Terra? (Foto Pixabay)

Come è iniziato l’Earth Day? La prima Giornata della Terra si tenne il 22 aprile 1970, con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza del ruolo dell’umanità nella protezione del nostro mondo naturale. In questa data, 20 milioni di americani si sono avventurati all’aperto e hanno protestato a favore di una società più eco-consapevole. Oggi è difficile da credere, ma all’epoca molte persone non erano a conoscenza di alcuni gravi problemi ambientali, dall’inquinamento atmosferico, alle discariche tossiche, ai pesticidi, alla perdita della natura selvaggia.

Nel 1970, il senatore del Wisconsin Gaylord Nelson e l’attivista John McConnell hanno chiesto separatamente agli americani di unirsi alla manifestazione. McConnell originariamente scelse l’equinozio di primavera (21 marzo 1970) e Nelson scelse il 22 aprile, che alla fine divenne la data ufficiale della celebrazione: dato che la data dell’equinozio di primavera cambia nel tempo, avrebbe potuto rendere le cose più complicate andare con quella data!

La Giornata della Terra è iniziata come qualcosa di più simile a un movimento politico, anche se oggi è diventato un giorno popolare per molte comunità per riunirsi e ripulire i rifiuti, piantare alberi o semplicemente riflettere sulla bellezza della natura

Cose da fare nella Giornata della Terra 2020

orto giardino
Scopriamo come intervenire nel nostro piccolo. (Foto Pixabay)

Festeggiamo la Giornata della Terra apprezzando e rispettando il mondo naturale. Ecco alcune idee per ispirarci:

  • Fiori di campo: scegliamo dei fiori selvatici nativi da piantare nel giardino.
  • Diventiamo nativi: le piante prosperano meglio quando sono naturali nella nostra zona. Scopriamo le piante autoctone del nostro ambiente, e creiamo un nostro giardino ecologico.
  • Portiamo la natura in giardino con piante che attirano farfalle e colibrì!
  • Volontariato presso un’organizzazione ambientale: ci sono così tanti modi in cui possiamo celebrare il pianeta, semplicemente donando il nostro tempo. Organizzazioni volontarie  lavorano tutto l’anno per proteggere l’ambiente e gli animali per le generazioni future. Troviamo un gruppo vicino a noi, e vediamo cosa possiamo fare per aiutarli.
  • Invitiamo le api autoctone nel nostro giardino. Queste sono le api che impollinano le nostre piante per avere più fiori e cibo! Possiamo anche aggiungere una casa delle api nel cortile.
  • Rendiamo il nostro cortile a misura di animali: proprio come nei cartoni animati, potremo svegliarci al suono degli uccelli che cinguettano fuori dalla finestra. Rendiamo il nostro giardino o cortile un luogo accogliente per la fauna locale, installando mangiatoie per uccelli. Ci farà sentire più in armonia con la natura e ci darà qualcosa da guardare mentre ci godiamo il caffè mattutino.
  • Creiamo un orto biologico. Scegliamo dei semi biologici e diamoci alla coltivazione di piante locali.
  • Conservare l’acqua è fondamentale: impariamo come irrigare al meglio il giardino, e come creare un giardino delle piogge. Evitiamo anche l’irrigazione eccessiva.
  • Parliamo con i politici locali per piantare più alberi e aiuole native negli spazi pubblici, o scegliamo di piantare il nostro albero nel nostro giardino!
  • Riduciamo il consumo di plastica! Informiamoci su come possiamo riciclare la plastica dei vari tipi.
  • Inoltre, consideriamo come ridurre la dipendenza dall’acqua in bottiglia e dalle bevande.
  • Riciclaggio in giardino: impariamo come riutilizzare vasi e contenitori per piante, praticare il giardinaggio senza plastica e raccogliere altri oggetti che possiamo riciclare e riutilizzare in giardino.
  • Scopriamo come riutilizzare in cucina e in casa, e riutilizzare gli oggetti domestici di tutti i giorni.

Potrebbe interessarti anche:

Fabrizio Burriello