Spazzolare il gatto è fondamentale: come scegliere la spazzola giusta per micio

Foto dell'autore

By Ilaria Grimaldi

Curiosita, Gatti

Spazzolare il gatto è fondamentale se vuoi donargli un pelo bello e sano, oltre che una buona igiene. Vediamo, qui, tutte le tipologie di spazzole perfette per ogni esigenza.

Spazzolare il gatto è fondamentale
Micio pettinato dal padrone (Foto Canva – amoreaquattrozampe.it)

Decidere di adottare un peloso nella propria vita significa anche assicurargli quelle giuste cure quotidiane che gli donano benessere sotto ogni aspetto. Il pelo del felino, ad esempio, richiede molte attenzioni e cure costanti, indipendentemente dalla lunghezza. Vediamo, allora, perché spazzolare il gatto è fondamentale e come scegliere la spazzola perfetta per lui.

Spazzolare il gatto è fondamentale

Per fare in modo che il micio sia sempre pulito e in buona salute, è molto importante procedere alla spazzolatura, pratica da non sottovalutare se si tiene davvero a lui. Leggiamo meglio qui.

Il felino e le spazzole
Esemplare deve essere spazzolato (Foto Pixabay – amoreaquattrozampe.it)

Avere un felino nella propria vita comporta tante responsabilità quotidiane e non, perché questo pet necessita di alcune cure essenziali per poter vivere nel benessere.

In casa con micio, capita ogni giorno di ritrovare i suoi peli dappertutto nell’ambiente domestico, dal divano al letto e sul pavimento dove passa tutte le ore del giorno e della notte.

Bisogna considerare che la cura del pelo, nel gatto, è un’attività importante da mettere in pratica con lui, perché gli consente di evitare tanti problemi e che non sono solo estetici.

Se sei un padrone attento, tieni d’occhio il pelo del tuo gatto perché da quello si può capire molto del suo stato di salute e delle sue condizioni di igiene personale.

Tra le cure principali per il felino domestico, infatti, rientra quella della spazzolatura, basilare perché micio mantenga un folto e sano pelo, e ciò non ha a che fare con la sua lunghezza.

Spazzolare il gatto è fondamentale per alcuni motivi importanti: rimuovere lo sporco in eccesso ed evitare la formazione di boli di pelo.

Si possono trovare tanti tipi di spazzole in commercio e, per trovare quella più adatta al proprio micio, occorre valutarne la lunghezza del pelo e la consistenza.

Spazzole in setola

Esistono tre tipi di spazzole per il gatto: in setola, a punta e in gomma. La spazzola in setola è perfetta per la pulizia del pelo quotidiana nel pet.

Adatta a tutti i tipi di pelo, questa spazzola pulisce lo sporco in modo efficace e veloce. Attenzione, però, a spazzolare in modo delicato, perché le punte in metallo possono danneggiare la pelle dell’animale.

Per un felino a pelo lungo, il pettine a denti lunghi è il migliore alleato per evitare la formazione di boli di pelo. Dotato di setole corte, per raccogliere i capelli a terra, e setole lunghe utili a districare qualsiasi nodo.

Micio e la scelta della spazzola

É possibile scegliere tra più tipologie, tenendo conto della lunghezza del pelo e di cosa possa essere più utile per l’igiene dell’amico peloso. Vediamo, ancora, le altre tipologie di spazzola.

Micio e le spazzole adatte
Felino dopo la spazzolatura (Foto Unsplash – amoreaquattrozampe.it)

Nel caso in cui il nostro caro gatto abbia il pelo corto, invece, l’ideale è usare una spazzola a setole, poiché le setole possono levigare il suo mantello, lasciando un effetto lucente e vellutato.

A molti pelosetti non piace molto il momento della spazzolatura. Se anche al tuo micio non piace tanto lasciarsi pettinare, puoi provare con una morbida spazzola in gomma.

Ritenuto un pettine da massaggio, questo è dotato di denti larghi e riesce a rimuovere tutti i peli morti, ma non è particolarmente indicato per districare eventuali nodi.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER

Si consiglia, inoltre, di trovare il momento migliore per iniziare a spazzolare il proprio peloso. Micio deve essere calmo e sereno, ancora di più se non apprezza la cura del pelo, sentirsi stimolato a lasciarsi toccare per questa attività.

Iniziamo, quindi, a coccolare un po’ il gatto, prima di procedere con la spazzolatura. Stabiliamo, poi, una breve routine quotidiana, di circa 5 minuti.

Meglio procedere a questa pratica ogni giorno alla stessa ora, anche per abituare il felino a sottoporsi ad essa in modo naturale.

Di solito, possono bastare tre o quattro volte a settimana. La spazzolatura deve essere effettuata anche in base alla razza.

Gestione cookie